Arte e Cultura

Palermo, Roberta Gulisano: concerto per chi non vuole o non sa sentire

Roberta Gulisano (foto ufficio stampa)

Anche Roberta Gulisano, astro nascente del cantautorato siciliano al femminile, si unisce alla protesta dell’Orchestra Jazz Siciliana e della Scuola Popolare di Musica del Brass Group, per dire no al silenzio che “suona” come indifferenza e rischia di compromettere la sopravvivenza stessa della Fondazione.

Lo farà sabato 19 gennaio dalle ore 21:30, presentando sul palco del Ridotto dello Spasimo il suo primo album, totalmente autoprodotto: “Destini coatti”, con Jossy Botte al sax e clarinetto, Carmelo Pinzone alla chitarra classica, Giovanni Villafranca al contrabbasso e Alessandro Ceraolo alla batteria. Un mix travolgente di folk e jazz, musica e recitazione per un’artista poliedrica che dal 2010, anno del debutto al VI Premio Bianca d’Aponte, è stata finalista in ben cinque concorsi (Premio Andrea Parodi, Musicultura, Musica da Bere, Botteghe d’Autore e VIII Premio d’Aponte).

E intanto il presidente Ignazio Garsia si unisce alla protesta dei musicisti e dei docenti e lancia un nuovo appello alle istituzioni, affinché non abbandonino la Fondazione The Brass Group: «Il nuovo anno è arrivato, ma non ci ha portato le risposte che chiediamo con forza da mesi. La realtà culturale del The Brass Group corre il rischio di scomparire: per salvarla – aggiunge Garsia – occorrono interventi concreti e immediati da parte dell’amministrazione regionale e comunale».

Comunicato stampa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button