Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Palermo, riparte la stagione del jazz al Teatro Jolly

Bill Frisell

Riparte la stagione del grande jazz a Palermo: dopo il successo dello scorso anno, “Nomos Jazz” torna infatti al Teatro Jolly: da novembre a maggio dieci appuntamenti all’insegna della musica d’autore, raffinata e coinvolgente.

Si comincia il 5 novembre con un’anteprima fuori cartellone: il concerto di Kaki King, 34enne chitarrista e compositrice newyorkese che ha già avuto la ribalta di importanti cornici internazionali, fra le quali il passaggio al noto “David Letterman Show” che l’ha incoronata come la nuova regina delle sei corde.

L’11 novembre sarà la volta dell’artista messicano Antonio Sanchez, che con la sua “Antonio Sanchez and Migration” porterà sul palco le emozioni che nascono dalla sua inseparabile batteria, accompagnato da David Binney (sassofono), John  Escreet (piano) e Matt Brewer (basso).

Serata tutta made in Italy, invece, quella che si prospetta per giorno 3 dicembre: sotto i riflettori questa volta ci sarà la musica dalle due anime del trombonista Gianluca Petrella e del pianista Giovanni Guidi, già celebrati dalla stampa come due fra i nomi più interessanti dell’ultima generazione del jazz ed emblemi di una musica in grado di spaziare da note intimiste ad accensioni più tipicamente espressioniste.

A seguire, sempre la stessa serata, il trio Genovese-Venuto-Primavera per una musica contraddistinta dal lirismo e dalle armonie ricercate.

Si continua a “parlare italiano” nella settimana che precede le festività natalizie: il 17 dicembre spazio al piano di Fabrizio Puglisi e alla voce dalle mille tonalità di John De Leo (al secolo Massimo De Leonardis).

Dopo la pausa si torna a respirare aria internazionale con “Kiss the sky” e il Jean-Paul Bourelly Trio: una serata-evento dedicata alla musica immortale di Jimi Hendrix. Sul palco il musicista e chitarrista nativo di Chicago sarà accompagnato da Kenny Martin alla batteria e da Darryl Taylor al basso. L’appuntamento è per il 15 gennaio.

Serata molto particolare quella del 25 febbraio: di scena al Jolly saranno i “The Impossible Gentleman”, maturo quartetto d’eccezione definito oltreoceano come “il pazzo gruppo” e che ha conquistato pubblico e critica con la loro musica brillante e armoniosa. Questa la formazione: Gwilym Simcock al piano, Steve Rodby al basso, Mike Walker alla chitarra, Adam Nussbaum alla batteria.

Doppio appuntamento il 18 marzo: prima sarà di scena il Noam Vazana Trio, con un concerto sotto il segno della più assoluta versatilità e della costante ricerca di nuove strade, poi sarà la volta della cantante palermitana Anna Bonomolo e della sua voce “nero-bianca” che da anni ormai l’hanno imposta all’attenzione di critici e pubblico. Con lei saranno presenti Diego Spitaleri (piano e tastiere), Filippo Rizzo (basso), Marco Papale (chitarra) e Sebastiano Alioto (batteria).

Ha conosciuto le lodi del New York Times e del Chicago Tribune la musica di Bill Frisell, in scena al teatro Jolly con “Beatiful Dreamers” il 1° aprile: l’artista, il chitarrista più rappresentativo della sua generazione (classe 1951), darà libero sfogo al suo eclettismo e al virtuosismo accompagnato da Rudy Royston e Eyvind Kang, per un inedito trio chitarra-batteria-violino.

Una settimana più tardi, l’8 aprile, sarà il turno di Francesco Cataldo con una delle sue ultime creazioni: “Spaces”, album del 2012. Il compositore e chitarrista darà vita ai 13 brani che compongono l’opera, inserita nel canone della tradizione ma aperta anche ai suoni della contemporaneità e alle dinamiche metropolitane e moderne. Con lui ci saranno Kenny Werner (piano), Johannes Weidenmueller (contrabbasso), Benjamin Koppel (sax) e John Hadfield (batteria).

Gran finale il 6 maggio con il Nasheet Waits Equality, la band capitanata dal batterista newyorkese Nasheet Waits che si muoverà tra avanguardia e tradizione: gli altri componenti del quartetto saranno Craig Taborn al piano, Mark Helias al contrabbasso e Logan Richardson al sax.

Waits (classe 1971) è considerato ormai un maestro delle poliritmie e delle sfumature coloristiche, facendone uno dei batteristi più richiesti della sua generazione.

Tutti i concerti sono previsti alle 21.30.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com