Cronaca

Palermo, riaperto canile in via Tiro a segno

Il canile era stato chiuso a causa della cattiva igiene in cui i cani risiedevano e il caso scoppiò quando uno dei cani ospitati morì presumibilmente dopo aver ingerito urina di topo. Fu allarme leptospirosi e la possibilità di contagio portò il canile alla chiusura e alla messa in quarantena.

Oggi il rifugio è stato riaperto per i soccorsi e le cure, anche se gli animali non possono ancora essere ricoverati. Entro la fine dell’anno i cani, che sono già 250, dovrebbero essere trasferiti all’ex mattatoio e all’inizio dell’anno dovrebbero iniziare i lavori di restyling dell’attuale rifugio in via Tiro a segno.

Intanto l’Associazione Animalisti Italiani Onlus ha mandato un atto di diffida al sindaco Orlando: “L’Associazione persegue il fine ultimo di perseguire (ed ottenerne l’abolizione, ove legalizzata), di ogni forma di violenza e sfruttamento perpetrati a danno di un qualsiasi animale, oltre che ogni forma di discriminazione, sia essa culturale, religiosa, di specie, et similia” e conclude con un invito al primo cittadino ad “adottare tute le misure che si riterranno opportune e necessarie, nel rispetto del benessere psico-fisico degli animali, per il contrasto del fenomeno del randagismo, riguardo alle iniziative veterinarie e sanitarie di controllo riproduttivo dei randagi nonché la cura degli stessi e gli altri pubblici servizi in materia igienico-sanitaria attuati dall’Asp”.

Ornella Caiolo

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: