PoliticaPrimo Piano

Palermo, presentato nuovo Statuto Comunale. Ecco il documento

Comune di Palermo

Il nuovo Statuto del Comune si ispirerà ai principi della trasparenza e della partecipazione e su riconoscimento, tutela e valorizzazione dei beni comuni. La bozza del nuovo strumento normativo, la Carta fondamentale che guiderà l’azione dell’Amministrazione e i rapporti fra l’Amministrazione e i cittadini è stata presentata ieri mattina nel corso di un affollato incontro alla Fonderia, coordinato dalle associazioni e dai movimenti che negli ultimi cinque mesi hanno dato vita ad una intenza attività di confronto e dibattito.

Il lavoro, coordinato dalla Presidenza del Consiglio e dalla Prima Commissione consiliare guidata da Juan Catalano ha coinvolto ogni settimana da dicembre decine di associazioni e cittadini che hanno ridisegnato, partendo dai principi fondamentali per arrivare agli strumenti di controllo e partecipazione, questo fondamentale strumento.

La bozza del nuovo Statuto sarà pubblicata la prossima settimana online sul sito del Comune e tutti i cittadini singoli o associati avranno trenta giorni di tempo per far pervenire commenti, proposte, critiche. Sarà poi il Consiglio Comunale a discutere ed adottare il testo definitivo del provvedimento.

Alla presentazione erano presenti per l’Amministrazione comunale il Sindaco e gli Assessori alla partecipazione, ai diritti di cittadinanza, alla mobilità e alle attività produttive. Il Sindaco si è soffermato soprattutto sui motivi che hanno spinto l’Amministrazione a farsi promotrice di una profonda revisione dello Statuto. “Se oggi su diversi fronti la nostra città si trova a dover affrontare delle emergenze – ha detto Orlando – è perché negli anni scorsi la città non ha potuto contrastare in modo efficace e con strumenti adeguati i danni che la mala politica e la mala amministrazione stavano producendo.”

“Un nuovo, più forte, più adeguato e più funzionale Statuto comunale è lo strumento per mettere la città in una condizione di sicurezza rispetto al funzionamento o al non funzionamento della macchina amministrativa e della sua direzione politica.”

Di seguito si riportano in sintesi i punti principali della bozza di Statuto, sottolineando come esemplificativa dello spirito che anima la
proposta di introduzione del referendum consultivo, abrogativo e propositivo, a sottolineare come ogni fase della vita amministrativa può e deve essere sottoposta al controllo diretto dei cittadini.

PRINCIPI E LINEE GUIDA FONDAMENTALI
1 – RICONOSCIMENTO DI TUTTE LE COMPONENTI SOCIALI che costituiscono la collettività Palermo e del diritto di UGUAGLIANZA in termini di diritti e doveri
2 – introduzione del concetto di BENI COMUNI (di proprietà e non di proprietà della collettività) e di una normativa riguardo l’ottima
gestione di essi (il Comune è costituito, oltre che di persone, anche di edifici, strade, piazze, alberi, ecc )
3 – organizzazione dell’Amministrazione basata su una PIANIFICAZIONE/PROGRAMMAZIONE CONDIVISA e attuata ai vari livelli
(dalla stesura del piano strategico alla realizzazione dei progetti e iniziative di assessorati e circoscrizioni nonché alla attivazione di
servizi pubblici realmente efficaci). VERIFICA E VALUTAZIONE DA PARTE DEI CITTADINI come garanzia del buon operato e del raggiungimento, quindi, della massima QUALITÀ
4 – open government: GOVERNARE ASSIEME AMMINISTRATORI E CITTADINI
5 – TRASPARENZA e massima diffusione di tutti le informazioni e documenti relativi all’organizzazione e all’attività amministrativa
6 – PARTECIPAZIONE dei cittadini/e, in forma singola o organizzata, ai vari step decisionali e ai processi di costruzione
7 – COLLABORAZIONE di tutte le componenti cittadine alla realizzazione degli obiettivi condivisi mettendo a disposizione le proprie competenze, qualità e risorse
8 – PIANIFICAZIONE E PROGETTAZIONE (urbanistica, architettonica, ambientale, sociale, ecc) PARTECIPATA e fondata sulla SCELTA TRA PIÙ SOLUZIONI – progetti (concorsi, competizioni, ecc) come garanzia di aderenza alle esigenze dei cittadini e di qualità

Per il documento di presentazione della proposta clicca qui

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button