CronacaPrimo Piano

Palermo, Pignoramento per Misssione Biagio Conte. Il comune è estraneo

Biagio Conte (foto internet)

Con riferimento alla notizia di un pignoramento ai danni della Missione di Biagio Conte, crediamo opportuno sottolineare che l’attuale Amministrazione Comunale è del tutto estranea poiché il pignoramento è stato richiesto dalla Serit per una cartella esattoriale di molti anni fa.

“Quella cartella esattoriale – ha detto l’Assessore al Bilancio Luciano Abbonato – è stata emessa dalla Serit molti anni fa, in base al regolamento sulla Tarsu voluto dall’Amministrazione Cammarata ed è già diventata esecutiva prima del nostro insediamento. Il Sindaco Orlando, anche durante l’ultima relazione al Consiglio Comunale, ha ricordato che è nostra intenzione modificare il Regolamento sulla fiscalità comunale in modo da
introdurre forme premiali a sostegno di chi svolge attività sociali e di chi sostiene lo sviluppo economico e occupazionale”.

“In questi mesi – ha detto il Sindaco Leoluca Orlando – abbiamo avviato un ottimo dialogo con la Missione di Biagio Conte con cui abbiamo iniziato una collaborazione e la cui attività è sostenuta anche economicamente”.

Sulla questione interviene anche Fabrizio Ferrandelli, deputato Pd all’Ars: “Esprimo il mio sincero apprezzamento per la decisione dell’assessorato alla Famiglia di devolvere un contributo in favore della missione di Biagio Conte, che va aiutata concretamente, ma se la Serit chiede più di 80 mila euro per il pagamento della Tarsu, rischiamo di vanificare ogni tentativo. Bisogna trovare una soluzione in tempi brevi e permettere alla missione di continuare ad operare con serenità”.

“L’assessorato regionale alla Famiglia – precisa Ferrandelli – ha stanziato un contributo di 60 mila euro in favore della missione di Biagio Conte, ma se dovesse essere erogato rischierebbe di essere interamente prosciugato dalla Serit che ha mandato una cartella esattoriale per la riscossione della Tarsu pari a € 81.671,99.

Per questo motivo chiedo all’Assessorato di bloccare temporaneamente l’erogazione del contributo, in attesa che venga trovata una soluzione, così che i 60 mila euro della Regione vengano effettivamente utilizzati per consentire alla missione di dare un pasto caldo e un tetto sulla testa alle centinaia di poveri che ogni giorno si rivolgono a Biagio Conte per essere aiutati.

È scandaloso – continua il deputato – che una struttura, come quella creata da Biagio Conte, che sopperisce alle mancanze dell’amministrazione comunale e provvede ai bisogni dei cittadini più deboli debba essere vessata in questo modo. Chiedo, infatti, all’amministrazione comunale di attivarsi in tempi brevi e sgravare la missione e le altre onlus che operano nel sociale, spesso in completa sostituzione dei servizi sociali del comune, dal pagamento della Tarsu.

Comunicati stampa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button