Primo PianoSport

Palermo, pari in extremis: Djurdjevic evita la prima sconfitta

Niente record, il Palermo riesce a pareggiare nei minuti finali contro il Carpi e evita la prima sconfitta stagionale. Gli uomini di Iachini iniziano bene la gara, al 6’ Quaison se ne va sulla fascia sinistra  e mette in mezzo per lo svedese Hiljemark che di sinistro batte Benussi. Primo quarto d’ora Palermo padrone del campo, poi al 16’ il Carpi si fa vedere per la prima volta in area avversaria con Matos che mette un bel cross in mezzo per Fedele che però tira alto. Al 23′ arriva il pareggio ospite: spettacolare azione di Mbakogu, salta Gonzalez e mette in mezzo, trovando una sfortunata deviazione di Vitiello. Al 32′ si fa rivedere il Palermo, il solito Quaison scappa sulla fascia sinistra e a tu per tu con Benussi si fa respingere il tiro.

La ripresa inizia con il Palermo in grande difficoltà, lento e con poche idee. Il Carpi approfitta delle difficoltà rosa: prima si rende pericoloso con Letizia, l’esterno destro lasciato libero di avanzare verso l’area, fa partire un tiro insidioso che sfiora il palo, mentre al 64’ la squadra emiliana trova il vantaggio con Borriello su assist di Matos,  primo goal al debutto per l’ex Roma.  Il Palermo prova a reagire con Vazquez: l’argentino prova il sinistro da fuori,  ma Benussi respinge. Quando sembrava avvicinarsi la prima sconfitta per i rosa, Uros Djurdjevic, entrato al posto di un Gilardino non ancora al meglio, riesce a trovare il pareggio con un colpo di testa con complicità di Benussi. Lo svedese, alla sua prima in A, evita la sconfitta alla squadra di Iachini. Adesso testa alla trasferta di San Siro, contro il Milan sabato sera.

INTERVISTE

Iachini: “Siamo partiti bene, abbiamo fatto un’ottima mezz’ora come al nostro solito. Ci è mancata la fortuna in qualche occasione per il 2-0. Sapevamo che il Carpi ha giocatori agili e veloci come Mbakogu, Matos e dovevamo pensare anche a loro. Poi è arrivato il pari e siamo stati sfortunati, mentre loro hanno preso sicurezza. Nella ripresa sono stati bravi a trovare il vantaggio. Diamo merito a loro, noi invece non siamo stati altrettanto bravi ma ci abbiamo provato fino in fondo. Sono cose su cui dobbiamo lavorare, com’è giusto che sia. “Il Palermo ha fatto un ottimo primo tempo, ma non siamo riusciti a chiudere la partita. Nella ripresa serviva maggior velocità nella circolazione di palla, purtroppo abbiamo subito gol su una bella ripartenza del Carpi. I ragazzi con testa e cuore sono riusciti a trovare il gol del pari. Andremo avanti con il nostro atteggiamento positivo, certi errori ad inizio stagione sono normali. Obiettivi? Vogliamo arrivare il prima possibile alla salvezza, poi vedremo” Gilardino?  “Si è mosso bene, ha fatto buone giocate di sponda ma ha ancora margini di crescita importanti. Poi ho preferito inserire Djurdjevic perché dovevamo provare a scardinare la difesa con movimenti senza palla”. Hiljemark? “Hiljemark è stato bravo e ha fatto un gol alla Rigoni. Nel secondo tempo siamo andati un po’ troppo addosso a loro, ma la voglia di vincerla o di pareggiare ti leva la lucidità. Sull’episodio dell’autogoal siamo stati sfortunati,  ma serviva più attenzione”.

Djurdjevic: “Non potevo immaginare debutto migliore, peccato solo per il risultato finale, fa rabbia. Contento dell’accoglienza dei tifosi, molto calorosi. Gol? Lo dedico alla mia famiglia. “Ovviamente spero di giocare quanto più possibile ma so che nel mio ruolo ci sono grandi giocatori come Gilardino da cui posso imparare molto. Carpi ottima squadra, Matos e Borriello giocatori importanti, ma a noi è mancata fortuna”.

Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: