Primo Piano

Palermo, nuovi cittadini italiani. Tra loro uno nato il 19.7.92

Giusto Catania. Foto Archivio

Da oggi Palermo ha altri nuovi diciassette cittadini italiani: questa mattina hanno ricevuto la cittadinanza prestando giuramento formale davanti all’Assessore comunale alla Partecipazione e ai Servizi demografici, Giusto Catania.

Tra loro Balakrishnan Naveenathasan, proveniente dallo Sri Lanka e studente della Facoltà di Ingegneria di Palermo. Questo ragazzo è nato il 19 luglio del 1992, il giorno dell’eccidio di Via D’Amelio, e ha ricevuto in omaggio il taccuino commemorativo realizzato dall’Amministrazione comunale in occasione del ventennale della strage.

“Abbiamo donato il taccuino a tutti i cittadini e le cittadine nati a Palermo il giorno della morte di Paolo Borsellino – ha affermato l’Assessore Catania – rinnovando l’impegno antimafia e ricordando una strage attraverso il ricordo della nascita di nuovi cittadini. Oggi abbiamo donato il taccuino a Balakrishnan Naveenathasan, che è nato a Chavakachcheri proprio nel giorno della strage”.

“Sono contento di essere diventato formalmente cittadino italiano – ha dichiarato il giovane neo-italiano – ed è per me motivo di impegno il fatto di essere nato il giorno della morte di un eroe italiano e palermitano.
Io mi sento italiano e palermitano da tempo e oggi è un giorno importante perché lo sono diventato ufficialmente.”

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button