CronacaPrimo Piano

Palermo: in via Principe di Resuttana tra i rifiuti c’è pure un pezzo di tomba

“Siamo all’assurdo – recita Giorgio in un post – su emergenza rifiuti e sepolture”

“Sotto casa mia abbiamo trovato un tappo di una tomba e giuro questa ci mancava, non solo materassi, mobili e spazzatura varia pure pezzi di cimitero.

Leggo sul vostro gionale di lamentele di ogni tipo su quanto è sporca la città, tuttavia nulla accade, perchè?

Cosa manca ancora per comprendere che la città è fuori controllo?

Più volte su molti articoli avete citato l’intervento del prefetto, ma a quanto pare non risponde al richiamo dei cittadini o c’è dell’altro?

Di certo c’è che il Sindaco Orlando ha fallito insieme a tutto il consiglio comunale  che è fatto di incompetenti e di “mezze seghe” che se avessero dignità non dovrebbero più candidarsi.

Avevano lo strumento della “sfiducia”, ma i renziani con PD e Sinistrini l’hanno salvato. Ora se le cantano a vicenda.

Di contro e per vendetta adesso il Sindaco sbotta – dopo due anni di buio pesto –  contro il consiglio comunale che sono gli stessi con cui qualche semestre prima e viceversa si dedicavano canzoni d’amore nel segno dell’eterno amore.

Tuttavia, per il Sindaco,  i peggiori traditori sono i renziani che gli hanno chuso i ponti e lasciato solo in un angolo insieme al suo egocentrismo.

E’ rimasto quasi solo con i pochissimi “quasi fedeli” poltronari e lecchini di turno.

Ma tornando ai rifiuti, la cosa che mi ha fatto vergognare – conclude Giorgio – è  che voglio raccontare per dare sfogo al mio incazzo è che lunedì sera in centro storico ho potuto vedere dei turisti farsi dei selfie davanti i cestini gettacarta stracolmi di spazzatura.  Ci sfottevano certamente. Una vera schifezza.  Adesso all’estero potranno dire che “Palermo è anche capitale della monnezza”

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button