CronacaPrimo Piano

Palermo: Donazione UniCredit per la realizzazione di una tensostruttura al Parco Uditore

La realizzazione di una tensostruttura all’interno del Parco Uditore di Palermo è stata resa possibile grazie alla donazione di UniCredit.

La tensostruttura ospiterà la sede estiva della Cooperativa sociale Parco Uditore all’interno della quale si svolgeranno attività ludico ricreative e di potenziamento scolastico all’insegna dell’inclusività, affinché nessuno resti indietro. La metodologia che si tenderà a prediligere sarà quella del cooperative learning, nell’ottica della promozione dei valori della solidarietà e della responsabilità sociale e a tal fine si punterà sullo scambio intergenerazionale attraverso attività strutturate che coinvolgeranno in maniera trasversale bambini, ragazzi ed anziani.

La donazione di UniCredit – ha sottolineato Salvatore Malandrino, Regional Manager Sicilia di UniCreditè stata finanziata dalla  UniCreditCard Flexia Etica, collegata ad un progetto etico. La carta etica prevede che il due per mille delle spese effettuate dai clienti vada ad alimentare, senza alcun onere a carico del titolare della carta, uno specifico Fondo le cui disponibilità sono destinate a diverse iniziative e progetti di solidarietà portate avanti da organizzazioni senza scopo di lucro, che si prefiggono obiettivi socialmente utili. Dal 2011 ad oggi, attraverso questo prodotto bancario, la banca ha assegnato in Sicilia oltre 1 milione 800 mila euro a 170 onlus che operano nell’isola”.

La Cooperativa sociale Parco Uditore è nata nel 2017 come evoluzione giuridica di un comitato civico sorto nel 2010 con la finalità di preservare il grande spazio verde, di circa 9 ettari, denominato Fondo Uditore. Nell’ottobre del 2012 Parco Uditore ha aperto per la prima volta i suoi cancelli al pubblico e nel corso degli anni, oltre a garantire la libera fruizione alla cittadinanza, sono stati apportati una serie di miglioramenti, come la piantumazione di oltre 600 alberi, la realizzazione dell’impianto di irrigazione sotto traccia, un sistema di videosorveglianza a fibra ottica, un’area dedicata alle neo mamme, l’installazione di nuovi giochi per i bambini, un’area per sgambamento cani di 5000 metri quadrati. Nell’ottobre 2017 la Cooperativa Parco Uditore ha ottenuto, in concessione gratuita della durata di 15 anni, la possibilità di gestire il complesso.

 

La Cooperativa Parco Uditore ha organizzato in questi anni diverse attività: eventi volti a sensibilizzare la cittadinanza al senso di appropriazione del bene comune attraverso l’aggregazione sociale e alla raccolta di fondi per le spese di manutenzione del parco; laboratori didattici rivolti alle scuole per sensibilizzare le giovani generazioni all’importanza della cittadinanza attiva come strumento di salvaguardia del bene comune nonché di contrasto all’illegalità

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

6 Commenti

  1. Ew131 camionisti calunniosi berlusconismo minacciosi simulano reato industria Cell ore 10.35 dicono parolacce ha detto:

    Io sono testimone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button