Scuola e Università

Palermo apre le porte: riapre Villa Napoli

Nei giorni di venerdì 17, sabato 18 e domenica 19 sarà possibile visitare Villa Napoli, la dimora seicentesca situata all’interno del parco del Genoardo, nel quartiere Cuba/Calatafimi: nell’ambito della manifestazione “Palermo apre le porte” organizzata dall’Assessorato alla scuola, infatti, la IV Circoscrizione e le scuole Pestalozzi/Cavour e Ragusa/Moleti, consentiranno la fruizione dell’intero complesso. Oltre alla villa, i visitatori potranno accedere anche ad un altro edificio di pianta quadrata, la Piccola cuba o Cubula, che spicca tra gli aranci con la sua cupola emisferica dal tipico colore rosso.

“Ancora una volta è stato raggiunto uno degli obiettivi del progetto “Palermo apre le porte” – afferma Barbara Evola, Assessore alla Scuola – cioè quello di riscoprire e portare all’attenzione angoli della nostra città che in questi anni sono rimasti nascosti. La cultura del rispetto e della difesa dei luoghi nei quali si nasce e si vive, viene alimentata dalla consapevolezza delle proprie radici storiche e culturali. La costruzione del futuro non può prescindere dalla conoscenza della propria storia”.

“Siamo consapevoli che la sua temporanea riapertura non sarà sufficiente a soddisfare la voglia dei cittadini palermitani di riappropriarsi di questo straordinario monumento e dell’annesso polmone verde – ha dichiarato Silvio Moncada, Presidente della IV Circoscrizione – ma siamo altrettanto convinti che, anche se per pochi giorni, era necessario accendere i riflettori su questo bene pubblico per molti anni negato alla città, al fine di sensibilizzare gli organi competenti a renderlo fruibile 365 giorni l’anno”.

Il programma dell’evento prevede visite guidate, estemporanee di pittura, sfilate e concerti. Tra questi, l’esibizione di Giuseppe Milici, noto armonicista a livello mondiale, che si esibirà insieme ai maestri della scuola “Palermo Jazz”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button