Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Palermo, al via XIX Stagione Teatrale e musicale del Teatro Franco Zappalà

Il prossimo 25 ottobre, debutterà la nuova stagione teatrale e musicale di uno dei più grandi teatri palermitani, che certamente non ha bisogno di presentazioni, il Teatro Franco Zappalà. Al centro della nuova stagione e precisamente il 9 Febbraio 2015, il Teatro Franco Zappalà celebrerà con estrema gioia il ventennale della propria attività in via Autonomia Siciliana 123/a.

La storia della famiglia di artisti che produce spettacoli e si propone come artefice e strumento di divulgazione della tradizione e della Cultura teatrale è nota. Franco Zappalà e Gaetana Torregrossa con la propria famiglia formata in Compagnia, durante i primi decenni del secolo scorso, dopo avere dilettato migliaia di spettatori in Sicilia, si fermano al Giardino Inglese a rappresentare per quasi venti anni i propri spettacoli contribuendo così a rendere celebri i lavori e le commedie dei più grandi drammaturghi e autori siciliani di ogni tempo.

Quando per varie vicissitudini, negli anni ’90, la famiglia Zappalà è costretta a lasciare il Giardino Inglese, e cercare una nuova sede per il proseguo dell’attività, il nipote del “Cavaliere”, il giovane Franco Zappalà trova il sito dove edificare il nuovo Teatro. Si tratta di un terreno di proprietà comunale. La straordinaria raccolta di firme e le migliaia di sottoscrizioni alla petizione popolare, promossa da Nino e Franco Zappalà, convincono il Sindaco Leoluca Orlando, alla sua prima legislatura, a dare in concessione prima e in locazione dopo, l’area dove sorgerà l’attuale struttura. Con enorme sforzo e fatica, iniziando con poco, con impianti precari e investendo pian piano in esso, gli Zappalà fanno sì che il Teatro acquisti la forma attuale.

In questi venti anni di successi, il pubblico ha imparato a riconoscere e apprezzare oltre che le produzioni di prosa della Compagnia Figli d’Arte Franco Zappalà, anche gli spettacoli musicali che ad oggi sono diventati il fiore all’occhiello del medesimo Teatro. Non c’è stagione nella quale il pubblico non acclami e non richieda per la stagione successiva ancora musical, operette e addirittura opere liriche (tutte di propria produzione).

Tutti gi spettacoli raccolgono ad ogni replica pieno consenso sia per la maestria degli artisti in scena, sia per le armoniose melodie profuse dai professori d’orchestra che rigorosamente dal vivo accompagnano le produzioni musicali, sia per le coreografie originali appositamente studiate per il corpo di ballo che corona le scene, nonché per la grandiosità delle scenografie costruite nei laboratori interni al Teatro.

Con l’inserimento nelle programmazioni di grandi titoli del genere musicale, dal richiamo internazionale, con opere di Lehàr, Lombardo, Novelli, Puccini, Rossini, Donizetti, Strauss ecc, il Teatro oggi riesce ad attrarre in sala il pubblico siciliano e i turisti che arrivano in visita in città, rimanendo ancora oggi volano dell’Arte del Teatro con la sua magia e le emozioni che riesce a donare a tutti coloro che lo vivono.

Infatti, proprio nell’affrontare con le sole proprie sole forze e con lo stile che caratterizza le produzioni del Teatro Franco Zappalà, per non deludere il pubblico, l’opera lirica “Tosca” di Giacomo Puccini, che doveva essere rappresentata lo scorso maggio, ma che in conseguenza della mancata erogazione dei contributi dell’Assessorato Regionale al Turismo è stata posticipata, sarà rappresentata dal 27 settembre al 5 ottobre, In “Tosca” saranno impegnati: Anita Venturi, Simona Scrima, Domenico Gheggi, Cosimo Diano, Pierluigi Mazzamuto, Giovanni La Commare, Alfredo Ruscica, Massimo Schillaci e Adele Mazzi, sotto la direzione del M° Michele De Luca, e la direzione del coro del M° Carmelina Di Peri.

La XIX stagione teatrale e musicale, propone un cartellone ricco e vario, dettato dal Direttore Artistico M° Nino Zappalà e offre al pubblico, ancora una volta, l’opportunità di godere, di spettacoli di prosa, di operette, commedie musicali e musical con la gradita presenza, quest’anno, di prestigiosi artisti nazionali affiancati, come da tradizione, da giovani artisti siciliani e palermitani che, nel difficile momento di crisi economica, possono trovare spazio e opportunità di lavoro.

La regia delle produzioni del Teatro Franco Zappalà, anche per la nuova stagione teatrale sarà curata dal M° Franco Zappalà, che oltre ad avere riscosso nella sua carriera di attore, plausi per le interpretazioni di ogni ruolo e copione, è ormai riconosciuto tra i migliori registi di ogni tipo di spettacolo e tra gli artisti più impegnati per la conservazione e la divulgazione della cultura teatrale.

Si parte con “Al Cavallino Bianco” per la regia di Alessandro Brachetti. E’ un’operetta fresca, varia e gioiosa, una allegra satira della villeggiatura, presso i laghi d’alta montagna, degli austriaci del secolo scorso, allietata da marce folkloristiche e ritmi sincopati, quadri di elegante spettacolarità e colpi di scena. Una girandola di amori, che scompigliano previsioni e desideri iniziali ma che portano all’immancabile lieto fine. Nell’operetta troveremo Anita Venturi, Edoardo Guarnera, Silvia Felisetti, Alessandro Brachetti, Maurizio Bologna e Lucrezia Scilla.

A novembre, “Questi Fantasmi” di Eduardo De Filippo interpretata oltre che da Franco Zappalà dalla giovane attrice partenopea Marianna Mercurio, da,Maria Zappala’, Grazia Zappala’ e Salvo Dolce è tra le commedie di De Filippo che, rappresentata nei maggiori teatri del mondo, ha saputo raccogliere un eccezionale successo di pubblico, probabilmente per la presenza nella commedia sia del lato tragico, sia del lato comico, in perfetto connubio tra loro.

A seguire, arriva ad allietare gli spettatori, un musical dal titolo “Vai alla grande”, scritto ed interpretato da Ernesto Maria Ponte, il quale alterna la sua attività artistica tra momenti di teatro impegnato, teatro leggero e musical (avendo anche buone doti canore) come protagonista delle scena siciliane e nazionali. Il Musical portato in scena da Ponte propone due ore intere da vivere in una sala prove di danza dove tra arte, intrecci d’amore e patti con il diavolo, non mancano i sani momenti di divertimento, con un lieto fine da candida commedia all’italiana.

Con il 2015, arriva il primo artista di rilievo nazionale: Max Giusti (per la prima volta a Palermo) con la sua commedia musicale “Di padre in figlio”. E’ un monologo semiserio che parla di tutti noi; ritrae infatti, un uomo di quarant’anni, precario, alle prese con la nascita di un figlio e con la malattia del padre. Lo sguardo del protagonista, partendo dal presente, attraversa il passato e si lancia su un futuro pieno di incognite e insicurezze.

Torna poi la prosa con la commedia di Eduardo Scarpetta “Miseria e Nobiltà” lavoro divenuto celebre con la versione cinematografica interpretata da Totò. I protagonisti della commedia saranno Toti e Totino cabarettisti dallo stile che ripercorre quello classico della coppia “spalla – comico” all’interno del quale i nostri due mattatori riversano la genialità delle trovate, miste ad una interscambiabilità dei ruoli che mette in risalto prima l’uno e poi l’altro; infatti i loro tempi comici notevoli e la straordinaria capacità di improvvisazione, sono diventati gli ingredienti principali del loro successo popolare. Al loro fianco, reduce dal successo riscosso in “Meraviglioso” andato in scena durante la scorsa stagione, il piccolo Nino Mattia Zappalà che a soli otto anni è già capace di trascinare il pubblico con la sua semplicità e la sua verve da piccolo artista.

A Febbraio, proprio quando il Teatro Franco Zappalà festeggerà il ventennale della propria attività teatrale in Via Autonomia Siciliana, con San Valentino arriva Enrico Montesano che, alla soglia dei 50 anni di carriera artistica, con lo spettacolo “C’è Qualcosa in te”, coglie l’occasione per ripercorrere la propria storia, E’ un lavoro scritto ed interpretato dallo stesso istrione. Divertente e allegro come un musical, impegnato ed emozionante come una commedia. “C’è qualcosa in te” lascia il pubblico incollato alla poltrona sino all’ultimo, sino a quella pioggia di polvere di stelle che ne scandisce lo scoppiettante finale e che accompagnerà il certo lungo applauso della platea all’attore.

Ancora un omaggio al grande teatro del M° De Filippo con “Napoli milionaria” che a marzo rivedrà rappresentato il messaggio di speranza che il grande autore intendeva dare all’Italia dopo la guerra. Tornerà a vestire i panni della protagonista della commedia, affiancando Nino Zappalà, Silvana Di Salvo che il pubblico ricorderà durante la scorsa stagione del Teatro Franco Zappalà, grandissima, nel ruolo di Filumena Marturano.

Si cambia genere e con la scoppiettante operetta “No, No, Nanette” nella quale rivestirà il ruolo di Nanette, che fu quello televisivo della vivace Elisabetta Viviani, Giorgia Migliore e in quello del timido Tom, allora giovane Claudio Lippi, Ivano Falco. “No no Nanette” dove saranno anche Anita Venturi, Lucrezia Scilla, Silvana di Salvo, Grazia Zappala’, Mauzio Bologna, Paolo Tutone e Antonella Mucè è ritenuta per i ritmi jazz della musica americana contenuta in essa, l’anello di congiunzione tra l’operetta europea e il musical americano.

La commedia brillante di aprile è “Ridatemi la mia identità” con Antonio Pandolfo, Lucrezia Scilla e Franco Zappala’. E’ una commedia dai risvolti agrodolci, tra malinconia e grasse risate dove il protagonista non potrà far altro che divertire il pubblico in sala.

La stagione chiuderà a maggio con l’operetta di Lehàr e Lombardo “La danza delle Libellule”, l’unica operetta nata in Italia ad aver varcato trionfalmente il confine nazionale. In essa il soprano Anita Venturi il tenore Edoardo Guarnera la soubrette Silvia Felisetti e l’attore comico, Alessandro Brachetti.

Inoltre nell’intento di cercare di avvicinare il maggior numero di spettatori possibili al Teatro in questo momento di grande difficoltà, il Teatro produrrà fuori abbonamento ad un prezzo promozionale di €.10,00 ciascuno, tre spettacoli. Si parte con “Carosello Napoletano” noto Musical di Franco Zappala’ con la miscellanea delle più classiche melodie partenopee. Nel musical Anita Venturi, Edoardo Guarnera, Marianna Mercurio, Mimmo Ghegghi, Elisabetta Giammanco, Franco Zappala’, Silvia Felisetti e Alessandro Brachetti. Per la prosa cittadina “Nati abbusivi” commedia brillante con il palermitano Gino Carista, oltre che con Michele Stagno, Caterina Salemi, Daniela Melluso, Roberto Bonura, Piero Di Maio e Oreste Scelta. Con l’Operetta dal titolo “Bentornata Operetta”, si conferma l’intero cast che abbiamo visto in “Carosello Napoletano”.

In tutte le produzioni musicali l’orchestra sarà diretta dal M° Michele De Luca e le coreografie saranno create da Giuseppe Minnella.

Per tutta la stagione teatrale 2014/2015, le scenografie saranno di Giovanni Vallone, coadiuvato dal macchinista Jalal Mousa Mohammad Abukoush, Audio e Luci saranno curati da Giovanni Russo, i costumi saranno di Domenica Alaimo.

 

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com