CronacaPrimo Piano

Operazione contro la pornografia minorile: perquisizioni anche a Palermo

(foto da Internet)

Operazione della polizia postale contro la pornografia minorile. Una ventina di perquisizioni domiciliari sono state eseguite in sedici città italiane: Palermo, Catania, Siracusa, Ragusa, Caltanissetta, Reggio Calabria, Potenza, Avellino, Roma, Reggio Emilia, Lucca, Milano, Torino, Cuneo, Treviso e Venezia. L’inchiesta è coordinata dalla procura distrettuale di Catania e dalla procura per i minorenni di Catania. Le indagini sono a carico di maggiorenni e minorenni.

 Il cuore dell’inchiesta parte da Siracusa, ma poi una volta scattate le indagini della Polizia Postale di Catania, il raggio di azione ha superato lo stretto di Messina. Scoperto un giro e scambio di video e materiale pedopornografico in cui sono coinvolti anche giovani che non hanno compiuto diciotto anni. In totale le persone iscritte nel registro degli indagati dalla Procura di Catania e dalla Procura dei Minorenni sono una ventina, due di questi sono catanesi.

Questa mattina si è conclusa l’operazione che ha portato a far scattare numerose perquisizione domiciliari in tutta Italia. 16 le città dove sono arrivati i poliziotti: Catania, Siracusa, Ragusa, Palermo, Caltanissetta, Reggio Calabria, Potenza, Avellino, Roma, Reggio Emilia, Lucca, Milano, Torino, Cuneo, Treviso e Venezia.

Le indagini, condotte dagli uomini della polizia postale diretta dal Marcello La Bella, sono state coordinate da Carmela Aiello, della Procura dei Minorenni, e dal pm Marisa Scavo. I dettagli dell’operazione saranno resi neti nel corso di un incontro con la stampa.

Daniela Spadaro

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: