CronacaPrimo Piano

Omicidio Scazzi, chiesto l’ergastolo per Sabrina e Cosima

foto da Cronacalive.it

La Procura di Taranto ha chiesto la condanna all’ergastolo per Sabrina Misseri e per la madre Cosima Serrano, considerate le autrici dell’uccisione della cugina e nipote quindicenne Sarah Scazzi, avvenuto il 26 agosto 2010 ad Avetrana , nel tarantino.

La Procura ha invece chiesto 9 anni di reclusione per Michele Misseri, accusato di aver soppresso il cadavere della nipote Sarah Scazzi gettandolo in un pozzo.

Il pm della Procura della Repubblica di Taranto, Mariano Buccoliero, ha chiesto anche una pena di 8 anni di reclusione a testa per Carmine Misseri e Cosimo Cosma, rispettivamente fratello e nipote di Michele Misseri, imputati di concorso in soppressione di cadavere. Le richieste sono giunte al termine della requisitoria del processo in corso davanti alla Corte di Assise del Tribunale di Taranto.

Alla richiesta di condanna letta in aula, Sabrina Misseri ha cominciato a piangere. Cosima Misseri è rimasta turbata, mentre Michele Misseri è rimasto impassibile.

Il procuratore aggiunto di Taranto, Pietro Argentino, ha definito l’omicidio di Sarah «un delitto per motivi abietti»

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button