Esteri

Olanda, carne di cane e gatto nei cibi confezionati

Carne confezionata

Ancora uno scandalo alimentare. Questa volta si tratta di carne di cane e di gatto nei cibi confezionati. L’allarme viene lanciato dalla Coldiretti che denuncia 62 mila tonnellate di carne importate dall’Olanda.

Dietro le etichette ‘carne non identificata’ potrebbero nascondersi tracce degli animali. «La decisione dell’autorità arriva dopo l’allarme della Bbc sulla presenza di carne non identificata in cibi da asporto» sottolinea Coldiretti «e soprattutto dopo le voci, non ancora confermate, sull’uso di carne di cane e gatto morti proveniente dalla Spagna e rivenduta in Olanda e forse usata, oltre che per la preparazione di prodotti per l’alimentazione animale, anche per la preparazione di piatti a base di carne macinata come polpette.

È uno scandalo senza precedenti, di fronte al quale l’Europa mostra la sua inadeguatezza, e che ha evidenziato la presenza di un giro vorticoso di partite di carne che si spostano da un capo all’altro dell’Europa attraverso intermediazioni poco trasparenti».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare
Close
Back to top button