Economia e Lavoro

Nuova designazione per la Serit Sicilia s.p.a.

L’assessore regionale Gaetano Armao (foto Internet)

Gaetano Armao, assessore regionale per l’Economia, e i vertici della neo società Riscossione Sicilia S.p.A hanno illustrato – alle ore 10 di questa mattina – presso l’assessorato di via Notarbartolo – i contenuti e gli effetti della procedura di fusione definita “inversa in vigore dal 1° settembre 2012 – in cui la controllante RISCOSSIONE Sicilia S.p.a ( 60% Regione Siciliana e 40% Agenzia delle Entrate) viene incorporata dalla controllata SERIT SICILIA conferendone allo stesso tempo la denominazione .

Come spiega Armao, la neo società RISCOSSIONE SICILIA S.p.A. partecipata per il 90% dalla Regione Siciliana e per il 10% da Equitalia S.p.A, svolgerà senza soluzione di continuità il servizio già espletato da SERIT SICILIA S.p.A contestualmente a tutti gli atti da quest’ultima sinora emessi che rimarranno effettivi.

Gli attuali uffici dell’Agente di riscossione distribuiti nel territorio siciliano rimaranno operativi per assolvere alle operazioni di routine, le quali potranno essere effettuate anche on line consultando il sito web www.riscossionesicilia.it.

Inoltre, l’assessore precisa gli effetti positivi della gestione della riscossione a partecipazione pubblica. “Non ci sarà più un soggetto privato che partecipa alla società che gestisce la riscossione, ma un soggetto integralmente pubblico” , poi sottolinea l’importanza di questa operazione di incorporazione per la riorganizzazione e per il riordino dei servizi di riscossione dei tributi.

“Bisogna svolgere un servizio a favore del cittadino e un servizio efficiente per la pubblica amministrazione, poiché la linfa vitale finanziaria della regione arriva dalla riscossione” prosegue. Sul blocco del patto di stabilità sottolinea la stortura dello stesso così come congegnato in quanto penalizza la Regione Siciliana, e assicura il suo impegno nell’incontro di domani che si terrà presso il Ministero per l’Economia per impugnare il decreto legge sulla spending review garantendo alle imprese sostengo per la loro attività.

Francesca Del Grosso

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button