Economia & Lavoro

“NonStiamoSereni”, pensionati mandano cartoline a Renzi

Lavoro sviluppo e occupazione, un welfare pubblico più solidale, una legge sulla non autosufficienza, la lotta agli sprechi e ai privilegi per recuperare risorse da destinare alle politiche sociali e soprattutto la riduzione della tassazione sulle pensioni. Lo chiederanno in massa, firmando speciali cartoline che saranno inviate al Presidente del Consiglio Renzi, gli anziani e i pensionati della città di Palermo e dei paesi della provincia così come nelle altre città italiane, nell’ambito della campagna nazionale “NonStiamoSereni” promossa dai sindacati dei pensionati, Fnp Cisl, Uilpensionati e Spi Cgil.

L’iniziativa è stata presentata stamani nella sede della Fnp Cisl a Palermo. Sin dalla prossima settimana, nelle sedi dei tre sindacati partirà la raccolta delle firme, mentre il 12, 13 e 14 maggio saranno sistemati dei banchetti per la firma delle cartoline in città a piazza Castelnuovo, piazza Verdi e piazza Giulio Cesare davanti la stazione centrale. L’iniziativa sarà poi replicata nei maggiori centri della provincia palermitana. I sindacati chiederanno alle istituzioni, Presidente della Regione e sindaci di sostenere, firmando, la piattaforma rivendicativa contenuta nella cartolina.

“Apprezziamo l’iniziativa del governo di ridurre le tasse sul lavoro, risultato di una piattaforma sindacale proposta anni fa – commentano i tre segretari provinciali di Fnp Cisl Palermo Trapani, Spi Cgil e Uilpeinsionati Palermo, Mimmo Di Matteo, Concetta Balistreri e Giuseppe Caruso – , ma non possiamo che ritenerla insoddisfacente perché ignora del tutto le esigenze degli anziani e dei pensionati, che da sempre svolgono il ruolo di ammortizzatore sociale nelle famiglie in difficoltà a causa della crisi. Con questa iniziativa, rivendichiamo la giusta attenzione per la riduzione della tassazione regionale e locale che grava sulle pensioni, per la indicizzazione delle pensioni, per un vero welfare che passa attraverso il potenziamento dei servizi sociali e per una legge sulla non autosufficienza della quale la nostra regione è sprovvista.

Ma non solo – aggiungono i tre Segretari – chiediamo anche una giusta attenzione ai temi dello sviluppo e del lavoro con la nostra piattaforma, perché, nonostante il tentativo di mettere contro anziani e giovani, le nostre richieste si muovono sempre di pari passo con il forte appello alla salvaguardia del futuro dei nostri figli”.

I tre Segretari Di Matteo, Balistreri e Caruso concludono “gli anziani rappresentano l’80% della popolazione povera in Italia, e negli anni hanno perso ben il 30% delle tutele, è una situazione di vero allarme e i governi nazionale e regionale devono dare al più presto risposte agli anziani soli, non autosufficienti e che vivono in piena emergenza economica. Escluderli dal bonus fiscale è davvero una grave ingiustizia”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: