PoliticaPrimo Piano

“NO ALLA TARI IN BOLLETTA”. LO “GRIDA” FERRANDELLI AL SINDACO

COMUNE, TASSE,  FERRANDELLI- PIÙ EUROPA]” NO ALLA TARI IN BOLLETTA, NON SI SCARICANO I FALLIMENTI DI GESTIONE SUI CITTADINI”!

PALERMO, 29 MAGGIO 2021

“Resto senza parole, ancora una volta, rispetto alle dichiarazioni del Sindaco di Palermo che vorrebbe traslare il pagamento Tari nella bolletta Enel – queste le dichiarazioni dell’esponente nazionale di Più Europa e leader dell’opposizione in consiglio comunale Fabrizio Ferrandelli.

Ritengo doveroso, infatti, non soltanto ritardare il ragionamento al giorno dopo della presentazione del Pef Tari che l’amministrazione presenterà al Consiglio Comunale, ma soprattuto pretendere che le imposte versate al Comune corrispondano ai servizi goduti.

Se da una parte condivido il fatto che le tasse vadano pagate e che bisogna combattere l’evasione, dall’altra non ritengo etico che i palermitani possano pagare anni di cattiva gestione della Rap e che si avalli il principio per cui i disastri e le incapacità gestionali vengano scaricate in bolletta sui palermitani.

Voglio che l’amministrazione chiarisca bene alla città il piano aziendale di Rap, gli investimenti previsti, la gestione degli extracosti di questi mesi e dei prossimi in cui la 6 vasca di Bellolampo sarà chiusa e i rifiuti costretti ad andare fuori da Palermo con costi elevati.

Sono questi i costi che il Sindaco intende fare pagare in bolletta per provare a chiudere i bilanci di Rap e del Comune?

Troverà la nostra opposizione non soltanto a Palermo, ma anche a Roma e all’interno di Anci Italia di cui sono componente.

Pagare le tasse è un dovere, avere servizi adeguati al tributo pagato un diritto – conclude Ferrandelli.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button