CronacaPrimo Piano

Nessun accordo sulle quote rosa, ancora bloccata Airgest.

Il Governo Crocetta aveva designato il manager Franco Giudice, presidente in pectore del nuovo cda Airgest, e il direttore generale dell’assessorato alle Infrastrutture, Fulvio Bellomo. Non è stata rispettata la parità di genere , sarebbe dovuta entrare anche una donna al posto di uno dei due consiglieri.

Lunedì scorso il governo regionale non si è presentato all’assemblea con il proprio rappresentante e quindi le due nomine sono rimaste inalterate. “Una situazione di stallo inammissibile – interviene l’Associazione di promozione sociale Fiori di Acciaio già apripista della denuncia sociale sulle nomine nell’assetto amministrativo Gesap con cinque uomini su cinque in Cda e cinque uomini su cinque nel collegio sindacale -. Al di là degli indubbi meriti e delle qualità professionali di Franco Giudice e Fulvio Bellomo, queste due nomine non fanno ben sperare per il futuro della società di gestione aeroportuale. Non è accettabile pensare ancora una volta che, sia per gli amministratori di questa città che per gli amministratori di questa Regione, non esista una sola donna capace, competente, professionale e meritevole di ricoprire un ruolo gestionale e di controllo. Auspichiamo – conclude Fiori di Acciaio – una rapida soluzione della vicenda che necessita sicuramente di una presa di posizione da parte dell’azionista di maggioranza che, ricordiamo, è la Regione siciliana che ha acquisito le quote della ex Provincia Regionale di Trapani. L’auspicio, pertanto, è che si faccia presto e che vengano nominate persone e Donne di elevato profilo e altamente qualificate in modo da assicurare lo sviluppo dell’aeroporto e quindi del territorio. Quello di Airgest, così composto, è un organigramma illegittimo, non si può pensare che possa mantenere, come se nulla fosse, la governance!”.

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button