Arte e CulturaPrimo Piano

Neri Marcorè e Edoardo De Angelis presentano Sale di Sicilia

Mariacristina Di Giuseppe, foto ufficio stampa

Mercoledì 6 agosto alle ore 19:00 a Palermo a Villa Filippina (Piazza San Francesco di Paola, 18) verrà presentato in anteprima assoluta Sale di Sicilia il romanzo di esordio di Mariacristina Di Giuseppe, autrice romana di testi per teatro, musical e canzoni.

A presentare il libro, insieme all’autrice, il noto attore Nerì Marcorè, autore della prefazione al romanzo, il cantautore Edoardo De Angelis e l’editore Ottavio Navarra e l’editor della casa editrice Masha Sergio. La presentazione, a ingresso gratuito, precede il concerto di Neri Marcorè “Le mie canzoni altrui” previsto sempre a Villa Filippina alle 21.30. Al termine dell’incontro verrà offerto un aperitivo per gli intervenuti.

Ambientato in una Palermo che Neri Marcorè definisce meravigliosa e brutale, troppo spesso oltraggiata, contraddittoria nella sua bellezza e decadenza, ricolma di tesori, nascosti o alla luce del sole, di cui si ha nostalgia già nel presente, Sale di Sicilia è l’opera prima della talentuosa Mariacristina Di Giuseppe, già autrice di testi per Milva, Edoardo De Angelis, Amedeo Minghi, Neri Marcorè, Antonella Ruggiero.

Protagonista del romanzo è Vittorio De Luigi, giornalista cinquantenne – uomo appassionato di vita, cucina e politica, ma intriso di malcelate inquietudini – che vedrà sconvolta la propria routine esistenziale dal fortuito coinvolgimento in un’inchiesta sui falsi d’autore in Sicilia.

Le avvincenti indagini del protagonista prenderanno direzioni inaspettate e lo porteranno a fare i conti con una storia personale ben più coinvolgente, intima e dirompente.

“Sale di Sicilia – racconta ancora Marcorè nella prefazione al romanzo – possiede una struttura densa, un andamento costante, ogni parola sembra pensata come una carezza per il lettore, compiacendolo con una ricchezza di linguaggio che si direbbe provenire da altri tempi, ma altrettanto, costringendolo al rigore di una letteratura di argomenti, riflessioni e sentimenti mai troppo facili. Il periodo è ricco, riflette, per i colori, gli aromi, l’abbondanza, proprio la terra che ospita gran parte della storia, che nel complesso risulta ben costruita, oltre che accuratamente documentata.”

Il romanzo è un atto d’amore, un’ode alla Sicilia, della quale l’autrice si dice caduta innamorata. “Senza corteggiamento – racconta la Di Giuseppe – ho ceduto, per mio conto e volontà, alle lusinghe inconsapevoli, alle blandizie innocenti di una realtà urbana, culturale e umana, quella di Palermo, che per motivi ancora ignoti mi ha letteralmente conquistato e tratta dalla sua parte. Sono divenuta, allora, partigiana delle sue virtù, osservatrice addolorata delle sue ferite. Senza foga, a spada bassa, ho imbracciato l’arma più innocua e più potente che uomo abbia mai posseduto: la parola.”

La Sicilia, infatti, simbolo di una frontiera non geografica ma dell’anima, è la vera protagonista del romanzo, che – insieme a Parigi, un villaggio vicino a Marsiglia, Roma – diventa medicina in grado di guarire Vittorio dalla sua insofferenza senza nome.

Mariacristina Di Giuseppe, classe 1970, romana di nascita, sin dagli anni universitari frequenta gli ambienti della fotografia, della musica e del teatro. Ciò le ha consentito di scoprire in sé l’attitudine a una particolare forma di scrittura, sospesa tra la cifra poetica e il fluire della prosa.

È autrice degli interventi di scrittura di Altre emozioni. Omaggio a Sergio Endrigo, letto e recitato dalle voci di Tosca ed Edoardo De Angelis. Ha scritto pagine recitate nella produzione Summertime. Ninnananne dalla Sicilia e dal Mondo, del teatro Massimo di Palermo.

Nel 2009 scrive con Edoardo De Angelis i testi del balletto Voglio essere libero, ispirato alla vita di Rudolph Nureyev, che ha debuttato al Mittelfest. Queste esperienze la conducono alla stesura di testi di canzoni dei più recenti lavori discografici di Edoardo De Angelis, quali Historias, Sale di Sicilia – in quest’ultimo, la sua lirica Spasimo è prestata alla voce di Andrea Camilleri – e il nuovo Non ammazzate Anna.

Collabora, inoltre, alla scrittura di testi di canzoni per Amedeo Minghi, Neri Marcorè, Milva, Antonella Ruggiero. Dedita all’ideazione e realizzazione di progetti culturali multidisciplinari, il romanzo Sale di Sicilia segna il suo esordio narrativo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button