CronacaPrimo Piano

Nell’era del Coronavirus arriva l’ora legale, ma nessuno se ne sta accorgendo

La data da tenere ben impressa sarà quella della notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo, quando alle 2.00 le lancette si sposteranno di un’ora passando quindi alle 3.00

 

I

 

l fatidico cambio dall’ora solare all’ora legale 2020 accadrà proprio in questo weekend.

La data da tenere ben impressa sarà quella della notte tra sabato 28 e domenica 29 marzo, quando alle 2.00 le lancette si sposteranno di un’ora passando quindi alle 3.00.

Saranno in tanti a non accorgersi neppure dello spostamento, sia per via della giornata festiva che per lo stop legato alla pandemia da Coronavirus e che ci costringe tutti a restare in casa e, inevitabilmente, a ridurre così i consueti impegni.

Tuttavia c’è chi anche nel giorno di domenica sarà costretto ad uscire di casa per andare a lavorare o semplicemente a svegliarsi comunque al solito orario per via dello smart working adottato in questo clima di emergenza sanitaria.

In questi casi, dunque, i “malcapitati” si troveranno a fronteggiare le conseguenze di un’ora in meno di sonno, in un momento critico per gran parte di noi, in cui l’insonnia la fa da padrona.

Proprio il cambio dell’ora in concomitanza con la pandemia da Coronavirus, andranno a rappresentare un vero e proprio “mix critico che turba il sonno a tanti, troppi, e che va affrontato e governato con il metodo prima ancora che con i farmaci.

Uno scenario, insomma, in cui è importante dare la giusta priorità al nostro sonno e alla nostra salute”.

Ad affermarlo, come riferisce Il Messaggero, è stato Francesco Peverini, direttore scientifico della Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del sonno Onlus.

Il “mix critico” tra quarantena forzata da coronavirus e arrivo dell’ora legale descritto da Francesco Peverini, direttore scientifico della Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del sonno Onlus, deve preoccuparci

Sebbene si tratti di “appena” 60 minuti di sonno perso a causa del ritorno dell’ora legale 2020, secondo l’esperto Peverini non va comunque sottovalutato l’impatto che ciò avrà sul nostro organismo e sull’umore.

Peverini spiega che in queste ultime settimane molti suoi pazienti hanno lamentato una crescente minore regolarità, durata e qualità del loro sonno.

 

Moltra altro

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

9 commenti

  1. Vuole mammole e siggnorine nessuno le calcola…

    1. Avatar FL 704 fa fotografie alla vise e le spedisce...a Petronio...loschi con Cell davanti al bancomat.. ha detto:

      Sono le discalie calunnioso che ci piacciono …proprio no..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: