CronacaPrimo Piano

Nasce il brand Genio di Palermo, arriva la card per sconti e agevolazioni

Orchestra Quattrocanti e Padre Giuseppe Bucaro

La prima comunità è quella del Bangladesh, poi ci sono gli immigrati dallo Sri Lanka, a seguire le popolazioni del Maghreb, con una forte prevalenza di tunisini e marocchini, quindi i cinesi, tra i più isolati. Nei quattro mandamenti del Centro Storico di Palermo (Palazzo Reale-Albergheria, Monte di Pietà-Capo, Tribunali-Kalsa, Castellammare-La Loggia) l’integrazione è ormai un dato di fatto. Su 27.000 abitanti del centro storico di Palermo, il 22,53 % risulta di immigrati, con picchi nella popolazione tra 3 e 25 anni, pochi anziani e molte famiglie. E’ la nuova radiografia del centro storico del capoluogo siciliano che è stata resa nota durante la presentazione delle iniziative de “Il Genio di Palermo – la bellezza salverà il mondo”, progetto di sviluppo locale con capofila la parrocchia di san Mamiliano, finanziato dalla Fondazione con il Sud (700.000 euro per 34 mesi di lavoro: il progetto, giudicato tra i migliori tra quelli finanziati nel Mezzogiorno, ha coinvolto 76 persone, oggi ha 5 assunti a tempo indeterminato).

Alla presentazione a Palazzo delle Aquile, sono intervenuti  S.E.R. cardinale di Palermo, Paolo Romeo e il sindaco Leoluca Orlando che hanno sottolineato l’urgenza di interventi mirati sul centro storico, con particolare attenzione ai giovani e ai giovanissimi immigrati; padre Giuseppe Bucaro, responsabile della parrocchia di San Mamiliano che è l’ente capofila del progetto (“Gli abitanti del centro storico sognano Palermo bella, una comunità in cui il diverso non sarà un estraneo, l’immondizia sarà un’offesa e non la normalità, e si potrà camminare con tranquillità”); Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione con il Sud, Gaetano Giunta, responsabile della Fondazione di Comunità di Messina e Luigi Martignetti, segretario generale della rete europea Reves. Al termine, si sono esibiti l’Orchestra e Coro infantile “Quattro Canti” nati all’interno del progetto, il cui marketing e comunicazione sono curati da Barbera&Partners.

La Ecosmed di Messina ha condotto uno screening accurato sulle comunità del centro storico, evidenziando una rosa di aspettative soprattutto tra i più giovani: tramite giochi, fotografie o video (tra i più piccoli) e interviste face to face per i giovani in età adulta, l’indagine ha evidenziato una bisogno costante (e aspettativa) di legalità e vivibilità, che non si riscontra invece tra la popolazione più adulta.

Ma chi sono gli oltre 27.000 abitanti del centro storico? Siano essi extracomunitari o italiani, l’identikit è simile: si tratta principalmente di famiglie, con un’alta incidenza di bambini e una ridotta presenza di anziani (radiografia che si ribalta negli altri quartieri del capoluogo). E se gli adulti esprimono pessimismo soprattutto per il lavoro che manca o non soddisfa, dal campione analizzato le risposte più sorprendenti e interessanti sono quelle dei giovani fino a 25 anni (circa 7000 unità in tutto). Sono loro la fascia più rilevante, circa il 24% della popolazione, che guarda al futuro con fiducia e pretende un quartiere diverso, più vivibile e adatto alle esigenze quotidiane. Precise le richieste: interventi incisivi contro il degrado urbano e la creazione di spazi sociali comuni; più attenzione alla bellezza in particolare nei confronti del patrimonio storico, artistico e ambientale, e il rispetto di sicurezza e legalità. In particolare, su questi ultimi punti si concentrano molto le attese dei giovani che vedono in essi la base per dare vita allo sviluppo di una politica in grado di offrire ai cittadini di domani una maggiore fiducia nelle Istituzioni.

I progetti del Genio di Palermo

Il “Genio di Palermo” diventa anche un “brand”, un marchio che seleziona prodotti e creazioni artigianali realizzate da artisti e aziende del centro storico. In un angolo del complesso di Santa Cita si avvia un angolo per il merchandising (presto on line), pensato per valorizzare il senso di appartenenza al territorio e alla comunità. Proposta anche la GENIO card, una carta per ottenere sconti e agevolazioni e allo stesso tempo promuovere la propria attività.

140 tra aziende, professionisti, botteghe, laboratori, associazioni, artisti e enti pubblici, che hanno la loro sede nei quattro Mandamenti, hanno aderito senza alcun costo al Distretto Sociale Evoluto de “Il Genio di Palermo” attraverso il quale comunicare, far conoscere le promozioni e gli sconti, programmare la raccolta a punti, utilizzando anche lo spazio esclusivo sul portale  www.ilgeniocard.it che sarà tra breve on line. I clienti, che potranno richiedere gratis la card (in questa prima parte di lancio, saranno distribuite 10.000 carte, poi la card sarà a pagamento), saranno informati sulle promozioni commerciali.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: