Tempo Libero

Marcia della formazione professionale siciliana

Riceviamo e pubblichiamo integralmente comunicato stampa dell’Unione Lavoratori Liberi. 

A un giorno dalla manifestazione promossa da questa associazione di lavoratori non sindacalizzati della F.P. assieme ai lavoratori liberi degli ex Sportelli Multifunzionali e con la collaborazione fattiva dello S.N.A.L.V., neo sigla sindacale rappresentata da Toni Provenzale, vogliamo fare il punto della situazione.

Dopo aver lanciato l’idea di una manifestazione di protesta di tutte le filiere della F.P. in Sicilia e dopo avere, contestualmente, invitato “tutte quelle forze sindacali a cui stanno veramente a cuore le sorti di migliaia di lavoratori ormai allo sbando e allo stremo”, abbiamo registrato l’adesione oltre che dello S.N.A.LV., ovviamente, dei COBAS, dell’UGL, del SINALP, dell’USLAL, dello SNALS – F.P., degli Irriducibili della f.p.ed infine del COSM.

Silenzio totale da parte delle Organizzazioni Sindacali CGIL, CISL e UIL, anzi no! Ad onor del vero abbiamo registrato una dichiarazione del componente della segreteria regionale della UIL che lascia liberi i lavoratori aderenti a questa sigla di partecipare alla manifestazione. Nulla invece hanno fatto sapere, ufficialmente, gli altri sindacati. Noi siamo a conoscenza della partecipazioni di molti iscritti e dirigenti, anche, della Cisl e questo ci fa enorme piacere!

Lo stesso non possiamo dire per l’atteggiamento di indifferenza mostrato dalla Triplice, come dicevamo prima, e dire che noi l’appello lo abbiamo lanciato forte e chiaro, affinché questa manifestazione potesse essere un momento di sintesi per il bene di tutto il comparto, ma evidentemente si preferisce fare ancora inutili passerelle, con annesse fotografie di rito, prestando il fianco e copertura all’operato di questa Amministrazione, che ad oggi, si è dimostrata oltre che insensibile al dramma di 8.000 persone, assolutamente incapace nel gestire le risorse e i processi.

Alla luce della riunione di ieri sera con l’Assessore al Lavoro Bruno Caruso e la sempreverde D.G. Corsello apprendiamo dai commenti a dir poco estasiati ed enfatizzati, da parte della Triplice, che tutto va bene, che si sta lavorando per la risoluzione dei problemi di 1850 lavoratori degli ex Sportelli Multifunzionali e che perla CIGD2014 non ci sono problemi perchè i fondi sarebbero stati individuati!!!

Ancora si parla di individuazione di fondi e non di effettivo utilizzo degli stessi, a noi sembra una sorta di pubblicità ingannevole o addirittura l’ostentazione di un qualcosa che effettivamente non si ha, come nelle migliori tradizioni pre belliche quando si facevano vedere sempre gli stessi velivoli ad ogni manifestazione in cui era presente il capo e la popolazione.

Orbene, dalle notizie in nostro possesso, siamo certi che ad oggi non ci sia nulla di nulla!!!

Per il futuro dei lavoratori degli ex S.M: si parla ancora senza avere idee chiare e certe di come poterli reimpiegare.

Per la CIGD 2014 i tempi sono ancora lunghi in quanto si dovrà aspettare almeno il mese di marzo affinché il Governo nazionale liberi, sempre che lo faccia, le risorse dei fondi PAC.

Per la Terza annualità Avv. 20/2011 (o seconda piano giovani) tutti i decreti di impegno delle somme sono fermi a causa del problema sorto con l’accreditamento degli Enti Gestori (vedi recentissima sentenza TAR) e per quelli che già hanno iniziato le attività ci saranno tempi duri per la corresponsione dei primi e dei secondi acconti in quanto ci risulta che i relativi fondi siano stati “sequestrati” dal Governo Nazionale.

Per la filiera degli OIF/IeFP oltre che al problema del finanziamento si è aggiunta la circolare dell’Assessore Lo Bello che individua una fascia d’età dei partecipanti dai 15 anni in su a progetti già avviati, per non parlare dell’atavica lentezza della chiusura dei rendiconti (8000 procedimenti in corso).

Per la nuova programmazione 2014/2020 ad oggi non c’è uno straccio di proposta, nel silenzio più assordante della Triplice Sindacale. Tutto ciò comporterà, da parte degli E.G., l’inevitabile ed imminente apertura dello stato di crisi che avrà la sua naturale conclusione nei licenziamenti collettivi dell’ormai esigua pattuglia di lavoratori ancora in servizio.

Per i lavoratori già licenziati nulla viene prospettato per il loro immediato reimpiego! E quelle manovre per il loro salvataggio, vedi Prometeo, sono miseramente fallite!

Per la CIGD 2015 siamo in alto mare! E non si intravedono da parte dell’Amministrazione Regionale, soluzioni alternative, facilmente individuabili, che possano dare sollievo ad una categoria martoriata!

NOI non siamo più disposti a dare credito alle parole di Assessori e Dirigenti Regionali, più o meno competenti, ma vogliamo risposte chiare e nette direttamente dal Presidente della Regione!!!

NOI non ci facciamo più rabbonire dai comunicati sindacali di personaggi più o meno interessati a tenere buona la piazza!

NOI non vogliamo più soluzioni tampone, più o meno rabberciate!

NOI CHIEDIAMO CHIAREZZA!!!

Sulla mancata adesione della Triplice Sindacale (Cgil, Cisl e Uil) ce ne faremo una ragione!

Rinnoviamo, quindi, l’appello a tutti quei lavoratori che ormai non hanno più nulla da perdere, perchè lo hanno gia perso, a partecipare in massa alla manifestazione del 6 Febbraio a Palermo da P.zza. Marina fin sotto il Palazzo del Potere (Palazzo D’Orleans), per dare un segnale forte a questa Amministrazione sorda ed insensibile al dramma che ormai ha colto una intero settore lavorativo della Sicilia ed a quei sindacati che pensano ancora di flirtare con gli assessori pensando di racimolare qualche briciola per i loro apparati di potere!

Sottilineamo, infine, che le nostre azioni di forte protesta mireranno, anche, all’ARS dove siedono i rappresentanti politici che con il loro operato devono rispondere al corpo elettorale che li ha votati e che devono quindi dare risposte anche al popolo della Formazione Professionale Siciliana!!!

ORA OMAI PIU’!!! COMPATTI PER RIVENDICARE IL DIRITTO AL LAVORO ED A UN FUTURO SCEVRO DA INCERTEZZE E TRIBOLAZIONI!!!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button