Economia e LavoroPrimo Piano

Malandrino (UniCredit): oltre 3.500 richieste per il Superbonus 110% in Sicilia

 

UniCredit  – ha dichiarato Salvatore Malandrino, Responsabile Regione Sicilia di UniCredit Italia, intervenuto oggi all’Assemblea di CNA Sicilia a Taormina –  è intervenuta immediatamente durante le fasi più acute dell’emergenza attraverso la messa a terra delle misure previste dai provvedimenti governativi al fine di garantire tutto il sostegno ai nostri clienti – privati e imprese – operando in condizioni straordinarie.

Durante questi mesi in Sicilia abbiamo gestito oltre 20mila richieste di moratorie per un sottostante di più di un 1miliardo e duecento milioni e circa 30mila richieste relative al Decreto Liquidità, per un sottostante di oltre 1miliardo e settecento milioni; di queste ultime circa 6mila per prestiti fino a 30mila€, per un sottostante di quasi un miliardo.

UniCredit ha messo tempestivamente a disposizione dei propri clienti servizi dedicati e prodotti finanziari per usufruire in modo rapido e conveniente delle misure contenute nel Decreto Rilancio tra le quali appunto la possibilità di detrarre le spese sostenute per la riqualificazione energetica e sismica degli immobili fino al 110%. Già prima della pandemia questo tema era cruciale per la nostra Banca: infatti, dal 2019, UniCredit è partner nell’iniziativa “CappottoMio”, il servizio finalizzato alla riqualificazione energetica e alla messa in sicurezza sismica degli edifici condominiali, progetto presentato da Eni gas e luce, con il contributo di Harley&Dikkinson.

Ad ulteriore conferma di questo impegno, nel 2020, abbiamo avviato una collaborazione a livello nazionale con CNA per fornire supporto alle imprese nell’ambito della misura governativa del “Superbonus 110%”, partnership che risponde all’esigenza di estendere i benefici di tale iniziativa all’ampia platea delle PMI, innescando così un circolo virtuoso, sia in termini di ripartenza economica del Paese sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale del patrimonio immobiliare italiano. Questa collaborazione vede un importante ruolo attivo di CNA per quanto attiene la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e delle asseverazioni previste dalla Legge: questo intervento diretto di CNA permette alle imprese associate che si rivolgono ad UniCredit di ottenere una riduzione dei tempi di lavorazione delle richieste avanzate. In questi mesi abbiamo puntato su una capillare comunicazione e informazione ai soggetti interessati, organizzando anche dei momenti d’incontro digitali per condividere i meccanismi di funzionamento di queste misure ed approfondirne gli aspetti normativi; abbiamo inoltre formato la nostra rete commerciale , proprio nell’ottica di offrire una consulenza finalizzata a valutare la presenza dei requisiti necessari formali e sostanziali. Questi servizi accompagnano i nostri prodotti di finanziamento che, attraverso la cessione del credito, rendono possibile l’anticipazione della liquidità necessaria per far fronte agli interventi di riqualificazione degli immobili.

Oggi possiamo dire che questa è senza dubbio un’iniziativa di successo: abbiamo ricevuto più di 3mila e cinquecento richieste, per un sottostante di volumi prenotati di oltre 52milioni. Anche CappottoMio, che è stato esteso anche al Superbonus 110%, ha visto una grandissima collaborazione qui in Sicilia proprio con CNA, e attraverso l’assistenza ai consorzi CAEC e CIPAE abbiamo finanziato lavori che hanno interessato già più di 200 condomini”.

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button