CronacaPrimo Piano

“Mala Gestio” in Sicilia, Faustino Giacchetto esce dal carcere

Tre mesi di carcere e ora i domiciliari. Faustino Giacchetto, il manager della pubblicità coinvolto nell’inchiesta “Mala Gestio” sulla Formazione in Sicilia, esce dal carcere.

Lo ha deciso il giudice per le indagini preliminari Luigi Petrucci. Invece l’ex presidente del Ciapi, Francesco Riggio, torna libero, con il solo divieto di contrattare con la pubblica amministrazione..

Gli avvocati di Giacchetto, Giovanni Di Benedetto e Fabrizio Biondo, e quelli di Riggio, Nino e Sal Mormino, avevano presentato un’istanza dopo che il giudice aveva scarcerato tutti gli indagati per decorrenza dei termini di custodia cautelare.

Giacchetto e Riggio, gli unici esclusi dal provvedimento, sono accusati dei reati di corruzione, truffa e falso in atto pubblico, nonché viene loro contestato di essere i promotori dell’associazione per delinquere.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button