CronacaPrimo Piano

Mafia e politica, Miceli (Pd): “I candidati non sono tutti uguali, non votate per la Palermo sbagliata” 

Mafia e politica, Miceli (Pd): “I candidati non sono tutti uguali, non votate per la Palermo sbagliata”

«Con tutto il rispetto per il garantismo, in questa campagna elettorale i candidati non sono tutti uguali. A noi la mafia fa talmente schifo che non abbiamo alcun dubbio o difficoltà nel dire, a chiare lettere, che non cerchiamo e non vogliamo i voti dei mafiosi. Gli altri, invece, mostruosamente continuano a farlo ancora, mostrandosi disponibili, pur di arrivare a conquistare uno scranno, a riportare la città di Palermo sotto il controllo di cosa nostra. Pronti a farsi strumento di un controllo mafioso in grado di condizionare e mortificare qualsiasi aspettativa, qualsiasi diritto».

Lo dice Carmelo Miceli, deputato del Pd e candidato al consiglio comunale di Palermo dopo gli arresti di oggi per scambio elettorale politico-mafioso.
«È per questo – aggiunge Miceli – che chiedo ai cittadini di meditare sul voto e di farlo con attenzione. Il 12 di giugno, con una matita e una scheda elettorale tra le mani, avete il potere di decidere se Palermo è quella che “non vede, non sente e non parla” o quella che si ribella e sceglie di essere libera».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com