CronacaPrimo Piano

L’orribile fine dei cuccioli dei “capannoni”, morti divorati dalle fiamme ne parla Alessandra Musso presidente Lida Palermo

E’ di qualche giorno fa la storia di Lino, pitbull vagante preso a fucilate e miracolosamente scampato alla morte grazie al tempestivo intervento di alcuni cittadini che insieme a volontari animalisti, hanno soccorso l’animale gravemente ferito, occupandosi del successivo ricovero in clinica veterinaria ed oggi ancora una notizia raccapricciante a danno del migliore amico dell’uomo.
Degrado, desolazione, abbandono, una discarica a cielo aperto, questo il contesto ripreso dalle telecamere a due giorni dall’orribile episodio dove alcuni cuccioli all’interno di una fatiscente struttura, sono morti arsi dalle fiamme.
Territorio Brancaccio ma poco importa la zona, sarà Alessandra Musso presidente Lega Italiana Diritti dell’Animale a Palermo, a sviluppare il tema irrisolto del randagismo in città.
Il momento è davvero delicato, troppi gli episodi cruenti contro gli amici a quattro zampe, un fenomeno in continua espansione.
” Canili satellite, gestiti dalle associazioni animaliste”, questo l’incipit per arginare il randagismo in città che Alessandra Musso ha sottolineato durante l’intervista.

Massimo Brizzi

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button