Arte e CulturaPrimo Piano

“LIS-Lascia il segno”: ragazzi da tutta Italia per raccontare l’Europa

Arriveranno dalla Lombardia e dalle Marche, oltre che da tutta la Sicilia, gli oltre 70 fra ragazzi ed operatori giovanili che da oggi a domenica si confronteranno sul tema dell’Europa, delle sue opportunità e delle sue attività, in vista delle elezioni europee di maggio. Da questo incontro scaturirà una campagna di informazione e sensibilizzazione, realizzata dai “giovani per i giovani”.

Sono i partecipanti al progetto “LIS – Lascia il segno”, coordinato dall’associazione InformaGiovani, nell’ambito dell’ultima annualità del programma “Gioventù in azione” che ha fra i propri partner i Comuni di Milano e Palermo, il Dipartimento della Giustizia Minorile, Radio Cento Passi, la scuola del fumetto di Palermo e Radio Incredibile di Ancona.

Un progetto all’insegna dell’accessibilità e dell’inclusione, visto che ogni prodotto della campagna è stato e sarà realizzato con la collaborazione di giovani con disabilità sensoriali (sordi e ciechi).
Inoltre, grazie alla collaborazione dell’Ufficio di Servizio Sociale per i minorenni, fra i partecipanti ci saranno anche dei ragazzi in messa alla prova e ragazzi detenuti.

Una tre giorni di lavori e laboratori, da oggi a domenica presso l’ostello della gioventù di Baia del Corallo, che vedrà protagonisti ragazzi e ragazze tra i 17 e i 26 anni che insieme getteranno le basi per una campagna di informazione rivolta proprio ai più giovani, spesso lontani dai mezzi di comunicazione di massa e certamente fra i meno propensi a partecipare al voto.

Quello dei prossimi giorni sarà un confronto “pratico e concreto” che segue due mesi di incontri realizzati a livello locale e che culminerà nella giornata di sabato con doppi workshop creativi durante i quali i ragazzi esploreranno, con l’aiuto di Radio Cento Passi e di Radio Incredibile, l’uso della web radio e col supporto della Scuola del Fumetto, l’uso delle tecniche e del linguaggio tipico della Graphic Novel.

Grazie al rapper Davide Passoni di Milano, anche il RAP diventerà, nell’ambito della campagna, uno degli strumenti per avvicinare i giovani e comunicare loro l’Europa.

Tanti strumenti quindi per permettere ai giovani di “lasciare il segno” per e sull’Europa.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button