Primo Piano

L’ira di Facebook: basta con le fiction su mafia e Sicilia

Foto Internet

Grande condivisione sulla pagina ‘Sicilia Facebook(cliccate qui per diventare fan) ha avuto in questi giorni l’articolo da noi pubblicato su IlModeratore.it, dal titolo “Basta con le fiction sulla mafia, raccontiamo un’altra Sicilia”. Amarezza o semplice rabbia di un siciliano onesto, Angelo Sirchia ha rappresentato la voce di ogni siciliano stanco della tv e degli stereotipi su loro propinati.

Rari casi a parte, vedi le fiction sui grandi della giustizia come Paolo Borsellino e Giovanni Falcone, il ritratto che la tv dipinge della Sicilia ha sempre con sé le pennellate brusche e sanguinanti della mafia che da sempre la opprime.

Vincenti negli ascolti, fiction come Il Capo dei Capi, l’Onore e il Rispetto e Squadra Antimafia, non riportano vittorie nel cuore dei siciliani, e a dimostrarlo sono i tanti commenti che l’articolo di Sirchia ha riscontrato. Sulla pagina di Facebook Sicilia, il cui bacino di utenza sfiora ormai gli 850mila fans, all’articolo sono seguiti più di 50 commenti di approvazione e consensi, tra i quali i più significativi:

  • Son d’accordo, le fiction sulla mafia servono soltanto a trasformare i criminali in personaggi. Esaltiamo la correttezza e la bellezza nel mondo, non lo squallore!” (Alessandra Marchi)
  • La Sicilia è fatta di gente onesta, capace di farsi in 4 pur di vivere onestamente, e non solo, capace di adattarsi a qualsiasi lavoro o inventarselo. Sarebbe ora di fare causa comune per il danno all’immagine dei Siciliani e della Sicilia”. (Davide Maccarrone)

L’opinione più diffusa è quella secondo la quale della Sicilia andrebbe raccontato altro: la bellezza dei suoi paesaggi, l’arte, la cucina, l’antica cultura, e poi ancora il calore della gente, ma anche “le belle donne siciliane” sostiene Carmine Romano, altro commentatore napoletano.

Parlare della Sicilia criminale non fa bene alla nostra immagine, non soltanto all’estero, in cui prima o poi sarà capitato a tutti di essere stato etichettato come “mafioso”, ma anche in Italia stessa. “Una mia amica del nord si aspettava di vedere gente a Palermo che andasse in giro con i fucili”- ha raccontato Michele Sabbatino. Ma non è il solo: “Tempo fa, parlando con un conoscente che NON è MAI stato in Sicilia, si rifaceva a tutte quelle fiction viste in tv ed era convinto che la vita nella nostra regione fosse solo come la rappresentano in quelle serie tv, che oltre a quello non ci fosse altro”- riporta un altro commentatore.

Esilarante, di un riso che lascia al contempo l’amaro in bocca, è il fatto che ciò che molti commentatori si leghino più al dito sia la “sfottuta” al loro siciliano. Tra i tanti, un commento ha in sé una verità largamente condivisa: “Purtroppo oramai come maledetta abitudine in ogni serie o film il cattivo di turno parla sempre con spiccato accento Siciliano, anche in banalissimi film comici. Dovremmo chiedere danni morali per questa brutta luce imposta sia in Italia che all’estero alla nostra terra”. Forse a qualcuno potrebbe andare anche bene la fiction a sfondo mafioso, ma guai a toccare il dialetto siciliano: l’onore potrebbe uscirne gravemente ferito…

Articoli Correlati

7 Commenti

  1. Sono d’accordo. Anche Giuseppe Tornatore, che ha ambientato molti dei suoi film nella sua splendida Sicilia, ha lamentato divertito come spesso abbia dovuto subire assurde critiche da chi si aspettava che nelle sue “pellicole siciliane” avrebbe rappresentato la mafia. E’ semplicemente ridicolo. Ps: nell’articolo di parla di “dieletto siciliano”. E’ un errore. In realtà si tratta di una Lingua vera e propria, derivata direttamente dal latino come le altre lingue romanze, e a cui l’Unesco, l’Unione Europea e i più importanti istituti linguistici del mondo, ormai da decenni riconoscono lo status di Lingua vera e propria, distinta e separata da qualsiasi altro idioma.

  2. VI CHIEDETE PERCHE` PURE NEI FILM DI MAFIA CINESE O RUSSA …. I DOPPIATORI HANNO L’ACCENTO SICILIANO? E PERCHE`? CUI PRODEST?
    A CHI GIOVA? GIOVA AL SISTEMA CHE VUOLE COSI GIUSTIFICARE IL CAPPIO AL COLLO …. BASTARDI ….. SE QUANDO MORIRO SENTIRETE I TUONI NEL VENTO …SONO IO CHE CONTINUO A DIRE: BASTARDI!

  3. Berlusconi una volta criticò aspramente il film gomorra perché dava un immagine contorta del nostro paese .Intanto le sue tv non fanno altro che produrre fiction che descrivono una Sicilia che forse neanche negli anni 80 era così violenta VERGOGNA

  4. Inoltre vorrei rinfrescare la memoria: i combattenti EROI contro la mafia dei nostri tempi sono Siciliani !!!!!!!!

  5. Ha ragione Marco…se si parla del nord tutti onesti quando invece sappiamo benissimo che non è così.Se si parla del sud , e sopratutto dei siciliani, saremmo tutti mafiosi e sanguisughe ( termine letto più volte nei numerosi commenti di altri post). Anche io ho conosciuto una tedesca che paura di andare a Palermo perchè aveva paura della mafia…tipo fosse un cane randagio che attacchi chiunque gli passi vicino….e ho faticato non poco per convincerla ad andare ad ammirare le bellezze di quella città!! Vorrei solo dire : i mafiosi “lavorano” dove ci sono i soldi e non devono per forza essere siciliani ( le cronache ce ne danno esempio ogni giorno). Notate bene ogni qualvolta c’è un personaggio cattivo questo ha un accento siciliano e ciò si vede anche nei cartoni animati…sopratutto nei cartoni …animati quindi signori miei smettetela di inculcare ai bambini l’equazione : Siciliano=cattivo e quindi mafioso. Questa è o non è istigazione al razzismo?????

  6. di quella storia che ha raggiunto primati mondiali: dai Patrimoni dichiarati UNESCO (la Sicilia ne ha bel 6 e ne meriterebbe molti di più, anche se siamo già tra i numeri più alti delle regioni d’Italia), dai grandi personaggi che in ogni epoca hanno lasciato i segni nella storia italiana e mondiale, ma soprattutto italiana.
    La Sicilia è uno scrigno ricco di tesori d’ogni genere, ed i siciliani non sono assolutamente come li dipingono i registi fissati con i mafiosi che fanno passare 5.000.000 di abitanti tutti per mafiosi. E’ un qualcosa di scandaloso e tristissimo per la quale, noi, gli onseti siciliani, che siamo la maggioranza, dovremmo chiedere i danni morali.
    Questa Italia deve imparare a conoscere i suoi abitanti, Altrimenti rimarrà sempre compiuta a metà e piena di stresreotipi che non corrispondono al vero.

  7. Concordo pienamente BASTA fictions sulla mafia! Ci hanno veramente stufato!
    L’Italia è disuguale anche in questo.
    Quando si parla del nord fanno film tutti onesti dove si parla di grandi personaggi, buoni sentimenti e trame strappalacrime.
    Quando invece (sempre il nord, perchè è lì la sede televisiva nazionale) parla della Sicilia (e del sud in generale) si parla quasi ed esclusivamente di mafia!
    Non sanno parlare d’altro, non vogliono parla re d’altro.
    In ogni cosa si occulta la grande storia meridionale, parliamo di storia onesta, di quella storia che ha raggiunto primati mondiali:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button