Primo Piano

L’infertilità nella donna: il 15 e il 24 marzo, doppio incontro per le coppie al centro ProCrea

(di redazione) Endometriosi, fattori tubarici ed età avanzata. Questi tre elementi sono responsabili di oltre il 50% dei casi di infertilità nelle donne. Le altre cause sono riconducibili a problemi ormonali, di ovulazione o uterine. «Ma resta sempre una quota di casi dove l’infertilità non è riconducibile a nessuna causa apparente. Per questo è importante parlare di infertilità, comprendere di cosa si tratta e conoscere le soluzioni», spiega Michael Jemec, direttore medico del centro di medicina della riproduzione ProCrea di Lugano.

Giovedì 15 sabato 24 marzo, ProCrea organizza due incontri gratuiti dedicati alle coppie che sono alla ricerca di un figlio. «L’infertilità è un tema delicato, di cui non si parla abbastanza nonostante ci sia bisogno di fare chiarezza perché spesso, anche a fronte di una gravidanza che non arriva, non ci si pone il problema. Eppure l’infertilità è una patologia che statisticamente interessa circa il 15% delle coppie in età fertile», aggiunge Jemec. «Affrontare il tema è quindi fondamentale non solamente perché si possono comprendere meglio le cause che ostacolano una gravidanza, ma soprattutto perché è importante sapere che esistono delle risposte puntuali».

Muoversi tra esami e tecniche di procreazione assistita non è semplice. Il rischio è di perdersi. «Il tema della riproduzione è assolutamente delicato sia sotto il profilo prettamente medico sia sotto quello psicologico. È fondamentale sapere, confrontarsi con esperti del settore per comprendere quali passi fare per arrivare ad una gravidanza», ricorda Jemec. «Sono proprio questi gli obiettivi che ci hanno spinto ad organizzare i nostri “porte aperte”: momenti di confronto aperto, occasioni per capire insieme le probabili cause e le possibili soluzioni».

Giovedì 15 marzo dalle 18 alle 21 e sabato 24 marzo dalle 14 alle 17.30 saranno spiegate le cause che possono indurre problemi di infertilità, gli esami cui sottoporsi per avere una diagnosi completa e le possibili strade da percorrere per arrivare alla genitorialità. Dagli esami genetici alle tecniche di fecondazione assistita, fino all’ovodonazione, gli esperti di ProCrea si metteranno a disposizione per spiegare come affrontare un tema spesso difficile.

In entrambi gli appuntamenti il programma prevede l’incontro dal titolo “Trattamento e accompagnamento nell’infertilità” all’interno del quale interverranno medici per spiegare i “Trattamenti della procreazione medicalmente assistita”, biologi per parlare di “Analisi genetiche in procreazione medicalmente assistita” e della “Biologia nella medicina della riproduzione”. Non ultimo “L’accompagnamento durante i trattamenti” con un aiuto-medico.

Al termine ci sarà la possibilità di incontrare gli specialisti per approfondire gli argomenti e visitare la struttura.

La partecipazione alle giornate “Porte Aperte” è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione alla segreteria di ProCrea: chiamando il numero +41.91.9245555 o lo 02.600.63041 (dall’Italia senza costi aggiuntivi). Oppure inviando una mail all’indirizzo info@procrea.ch indicando nell’oggetto “Giornata Porte Aperte” con la data di interesse.

 

ProCrea – Con una lunga esperienza nel campo della medicina della riproduzione, ProCrea è il maggiore centro di fertilità della Svizzera ed è un polo di riferimento internazionale. ProCrea è composto da un’équipe professionale di medici, biologi e genetisti specialisti in fisiopatologia della riproduzione. Unico centro svizzero ad avere al suo interno un laboratorio accreditato di genetica molecolare (www.procrealab.ch), ProCrea esegue analisi genetiche per lo studio dell’infertilità con tecniche d’avanguardia. La sede principale è a Lugano in via Clemente Maraini, 8. www.procrea.ch.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: