Lentini (Udc): “Investimenti ed aiuti alle famiglie al posto delle chiacchiere”

Lentini. Foto Internet

“Mentre la Sicilia delle famiglie e delle imprese soffre e si dispera la Politica non può dare priorità ad altro.” – lo dichiara l’on.Totò Lentini (Udc). “Ogni giorno decine di imprese chiudono e lasciano sulla strada i lavoratori, schiacciate fra l’esosità di Equitalia, l’impossibilità a stare in regola coi pagamenti (DURC) e la Pubblica Amministrazione che non paga i propri debiti. Allo stesso modo le famiglie s’indebitano e non riescono a fare fronte ai bisogni essenziali, senza trovare alcun sostegno concreto. E’ assurdo che la politica non colga il nodo centrale: occorre rilanciare l’economia con investimenti e contrastare la povertà, altro che tagli di spesa, c’è bisogno di buona spesa pubblica!

C’è bisogno di politiche ‘keynesiane’ “ – insiste – “che possono essere messe in campo recuperando risorse facendo seriamente una ‘spending review’ che non può limitarsi solo alla politica (io per primo ho proposto di abolire del tutto i contributi ai partiti!) ma che vada a cercare in tutte le altre voci improduttive o di privilegio presenti ampiamente nel bilancio di tutte le pubbliche amministrazioni.

Le priorità” – prosegue – “sono chiare e di fronte a tutti noi: pagare i debiti della Regione, aiutare le famiglie con una ‘social card’, avviare immediatamente un serio piano d’investimenti produttivi. Se non rovesceremo la logica folle del ‘tagliare e tassare’” – conclude Lentini – “non sarà mai possibile invertire il decorso della drammatica crisi in atto e, giustamente, saranno poi i cittadini a ‘tagliare’, tutta e senza eccezioni, una classe politica che invece di rispondere al dramma si balocca ancora in discussioni inutili ed incomprensibili.”

Exit mobile version