Arte e Cultura

“Le Parole di Emergency”, al via il tesseramento in piazza

Emergency. Foto Internet

“Le parole di Emergency: A come armi, B come bellezza, C come costituzione, D come diritti, M come medicina, P come pace, U come uguaglianza, V come volontariato”. Il nuovo slogan del tesseramento che potrà essere svolto sabato 17 e domenica 18 novembre a Palermo in via Cavour, di fronte la Libreria Feltrinelli, dove i volontari di Emergency saranno presenti per presentare la nuova tessera 2013 e raccontare le iniziative e i programmi umanitari di Emergency.

Ad anticipare questa iniziativa è stata la proiezione, svolta ieri, del documentario “Life in Italy is Ok” presso il “Bar Libreria Garibaldi”, con testimonianze dei migranti e dei poveri che ricevono aiuto da Emergency in Italia, con l’intervento dei volontari e del Dottore Umberto Brucato del Poliambulatorio di Palermo.

Oltre 18 anni di impegno civile e di progetti umanitari raccontati attraverso le parole di Emergency, un’associazione umanitaria, fondata il 15 Maggio 1994 da Gino Strada e dalla moglie Teresa Sarti, insieme a Carlo Garbagnati, con l’obiettivo di offrire cure mediche e chirurgiche gratuite e di alta qualità alle vittime della guerra e della povertà e promuovere una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani, che dal 2006 opera anche in Italia con la nascita di un nuovo Poliambulatorio a Palermo e inseguito a Marghera, per garantire a tutti il rispetto del diritto a essere curati sancito anche dalla Costituzione.

“Il Poliambulatorio di Emergency – dice il dottore Umberto Brucato – è dedicato alla popolazione immigrata residente, regolare o no, ma anche aperto alle necessità di chiunque si trovi in condizioni di disagio; offre assistenza socio-sanitaria e servizi di medicina di base, pediatria, dermatologia, odontoiatria, oculistica e otorinolaringoiatria, ostetricia e ginecologia, cardiologia, psichiatria e psicologia. Gli stessi pazienti dei Poliambulatori di Marghera, di Palermo e degli ambulatori mobili sono i protagonisti del filmato “Life in Italy is OK” che Emergency ha realizzato per raccontare il Programma Italia.

Storie come quella di Gloria, una paziente nigeriana del Poliambulatorio di Palermo, e di Michele, disoccupato veneto, che si è rivolto al Poliambulatorio di Marghera, sono al centro del documentario che racconta la vita e le difficoltà quotidiane di persone legate da un destino comune: la ricerca di condizioni di vita migliori. Disoccupati, precari, migranti e non. Il Programma Italia di Emergency è nato per garantire il diritto alla cura a tutti anche nel nostro Paese: nonostante si tratti di un diritto riconosciuto dalla Costituzione poveri, migranti e stranieri spesso non hanno accesso alle cure a causa delle difficoltà linguistiche, della scarsa conoscenza dei propri diritti, dell’incapacità di orientarsi all’interno di un sistema sanitario complesso”.

Con tessera di Emergency avrete in regalo una t-shirt “Io sto con Emergency” , si riceverà la rivista trimestrale e si avrà diritto a sconti e facilitazioni presso librerie, teatri, gallerie d’arte in tutta Italia, avrà validità dall’1 Gennaio al 31 Dicembre, e la si può richiedere con una donazione minima di 12 euro se hai fino a 25 anni, di 30 euro se hai tra 26 e 64 anni, di 20 euro se hai 65 anni o più, e la si potrà regalare ad un amico che potrà riceverla direttamente a casa, accompagnata da un messaggio personalizzato. Sosteniamo Emergency.

Concetta Ventimiglia

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button