PoliticaPrimo Piano

Le liste in Sicilia: il puzzle è servito

Giuseppe Berretta

Terminato il valzer delle trattative e presentate ufficialmente le liste di tutti  i partiti e i movimenti che si scontreranno alle prossime elezioni politiche.  Fra sorprese (mancate o annunciate), conferme, rinunci e clamorosi ritorni, non ci si è fatto mancare nulla e adesso non ci resta altro che prendere atto delle scelte dei partiti.

Il Pd, dopo le polemiche sorte per l’esclusione di Papania e Crisafulli, come capolista alla Camera nella circoscrizione della Sicilia Orientale ha scelto, come peraltro era nelle attese, Flavia Piccoli Nardelli, figlia dell’ex segretario nazionale della Dc a fine anni 60 e ministro delle Partecipazioni Statali nello stesso periodo.  Al numero 2 è stato invece piazzato Giuseppe Berretta, deputato  uscente, che ha già annunciato però di voler sfidare Raffaele Stancanelli nelle prossime amministrative che si terranno in primavera a Catania. Al terzo posto in lista trova posto Francantonio Genovese, per niente scalfito dalle polemiche riguardo la parentopoli nella formazione professionale. 

Nella circoscrizione della Sicilia Occidentale è capolista il leader Pierluigi Bersani, a cui segue la giovane (28 anni) prima cittadina di Pollina, Magda Culotta e poi l’ex presidente della Regione, Angelo Capodicasa. Più in basso (al numero 6), troviamo l’ex deputato regionale ed ex candidato sindaco alle primarie di Palermo, il renziano Davide Faraone e ancora più giù, spiccano i nomi di Lillo Speziale (anche lui ex deputato all’Ars, al numero 12) e del consigliere comunale di Palermo, Rosario Filoramo (pochissime chance per lui, al numero 21).  Al Senato capolista è il giornalista Corradino Mineo, al quale fanno compagnia l’ex parlamentare siciliano Pino Apprendi (in nona posizione) e l’ex sindacalista Sergio D’Antoni (al numero 12).

Nessuna sorpresa nel Pdl, dove alla Camera in Sicilia Orientale troviamo come capolista l’ex ministro della Difesa, Antonio Martino, un altro ex ministro, Stefania Prestigiacomo, l’ex presidente della Provincia di Catania, Giuseppe Castiglione e l’uscente Nino Minardo. Nella circoscrizione occidentale è capolista il segretario Angelino Alfano, a cui segue il leader di Cantiere Popolare-Pid, Francesco Saverio Romano, il coordinatore regionale Dore Misuraca, la giornalista e deputata uscente Gabriella Giammanco, il deputato regionale Nino Bosco (al numero 7) e il capogruppo Pdl al Consiglio comunale di Palermo, Giulio Tantillo (al numero 8).  Al Senato come previsto capolista è Silvio Berlusconi, seguito dal presidente del Senato uscente, Renato Schifani e dal coordinatore regionale, Simona Vicari, in una griglia dove ha trovato posto pure Tonino D’Alì, dopo cinque legislature e un processo in corso per concorso esterno in associazione mafiosa. Esclusi invece Domenico Nania e Giuseppe Firrarello.

Curiosità desta la capolista alla Camera in Sicilia Orientale del Movimento 5 Stelle.  Si chiama Giulia Grillo, ma è solo omonima del comico genovese fondatore del M5S.  Una scelta comunque ben ponderata.  Nella Sicilia Occidentale invece il capolista è Riccardo Nuti, già candidato sindaco di Palermo e consigliere più votato (ma non eletto) nelle scorse amministrative, mentre un’altra scelta ben ponderata è la presenza (in quinta posizione) di Azzurra Cancelleri, sorella di Giancarlo, capogruppo del Movimento all’Ars e candidato alla presidenza nelle scorse regionali.

Gianfranco Fini, Carmelo Briguglio e Fabio Granata guidano le liste di Fli alla Camera in Sicilia Orientale, mentre in Sicilia Occidentale, Granata scala una posizione e Briguglio cede il posto all’ex assessore regionale, Alessandro Aricò, in una griglia dove trova posto persino il consigliere della VII Circoscrizione di Palermo, Eduardo De Filippis (solo al numero 13 però).

A capeggiare la lista di Monti per la Camera in Sicilia Orientale troviamo invece l’ex assessore regionale Andrea Vecchio (che fu cacciato da Lombardo) e l’ex sindaco di Siracusa (ed ex Pdl) Roberto Visentin, mentre in Sicilia Occidentale la capolista è l’editrice Gea Schirò Planeta seguita dal fresco dimissionario presidente dell’Amat, Ettore Artioli.  Al Senato, come largamente annunciato, il capolista è il leader dell’Udc, Pierferdinando Casini.

L’Udc presenta come capolista il segretario regionale in tutte e due le circoscrizioni della Camera Gianpiero D’Alia seguito dall’ex Mpa Giovanni Pistorio in Sicilia Orientale. Stessa scelta per La Destra dove capolista è il leader Francesco Storace (che concorre contemporaneamente alla carica di presidente della Regione Lazio).

Anche Rivoluzione Civile presenta lo stesso capolista nelle due circoscrizioni alla Camera e non poteva che essere naturalmente Antonio Ingroia, seguito in Sicilia Orientale dal giornalista Sandro Ruotolo e (al numero 3) dalla sindacalista Fiom (già candidata alla presidenza della Regione), Giovanna Marano che in Sicilia Occidentale occupa la posizione numero 5, alle spalle di Fabio Giambrone (segretario regionale Idv) e Paolo Ferrero (segretario di Rifondazione Comunista).

La lista mista Grande Sud-Mpa vede come capolista alla Camera in Sicilia Orientale, Guglielmo Scammacca Della Bruca, imprenditore leader nel settore della sanità privata a Catania ed ex deputato regionale (dall’attività invero assai scarna), mentre Pippo Fallica capeggia la lista in Sicilia Occidentale, dove hanno trovato posto (in basso) l’ex consigliere comunale a Palermo, Stefania Munafò (al numero 9) e l’ex assessore (sempre a Palermo) Michele Pergolizzi (al numero 15). Al  Senato è ormai noto il sacrificio cui è stato costretto Raffaele Lombardo, capolista davanti al fedelissimo Roberto Di Mauro e agli ex parlamentari siciliani Giuseppe Gennuso, Dino Fiorenza (al numero 5) e Sandro Oliveri. Nella lista di Grande Sud ha trovato posto dopo Gianfranco Miccichè il transfuga del Pdl, Salvatore Iacolino, mentre si sono tirati fuori big come Francesco Stagno D’Alcontres e Salvo Fleres.

Giuseppe Scrivano, sindaco di Alimena, è un nome che magari non dirà molto, eppure il suo viso dovrebbe essere conosciuto è tanti.  É nota infatti la sua straordinaria somiglianza con l’ad del Milan, Adriano Galliani.  Quello che era meno noto era la sua simpatia per la Lega Nord, di cui capeggia la lista nella circoscrizione orientale ed è al numero due di quella occidentale. Una lista dove ha trascinato un assessore della sua Giunta, il presidente del Consiglio comunale e un bel nugolo di parenti.  Leader al Senato è invece Giulio Tremonti.

Ignazio La Russa è capolista nella circoscrizione orientale della Camera di Fratelli d’Italia, dove trova posto al numero 2 di quella occidentale, la militante di Giovane Italia, Carolina Varchi, mentre al Senato il leader è Guido Crosetto davanti al deputato regionale Salvino Caputo.

Nella lista Megafono di Crocetta, presente solo al Senato, hanno invece trovato posto il senatore Beppe Lumia, l’attuale assessore all’Energia e magistrato in aspettativa, Nicolò Marino  e il pronipote omonimo di Placido Rizzotto. 

Fra gli altri volti conoscenti vanno segnalate le presenze del noto avvocato (e senatore uscente) Carlo Taormina, candidato al Senato nella lista di Fiamma Tricolore e Paolo Ruggirello ex deputato regionale ed ex Mpa candidato nelle liste del Mir, e Lucia Pinsone, candidata presidente alla Regione nelle scorse elezioni e adesso aspirante senatore nella lista dei Moderati.

Luca Mangogna

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

2 commenti

  1. Da anni conosco e sono amico di Eduardo De Filippis. Il suo spirito di servizio in queste elezioni me lo fa stimare ancora di più. Se lo spendersi per la propria causa merita di essere liquidato con un “persino”, mi chiedo quale sia il futuro del giornalismo politico in questo Paese.

  2. Gentile Sig.re Mangogna,vorrei capire cosa significa per lei “persino” sulla normale candidatura di una persona eletta nella propria circoscrizione con una normale campagna elettorale, è che rappresenta il proprio partito nella propria città…..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: