Le iene, ‘il ministro salvi Sofia’. L’appello di Celentano. Video

Foto internet

Le Iene si stanno mobilitando per salvare la piccola Sofia, la bambina di tre anni e mezzo affetta da leucodistrofia metacromatica. Si tratta di una malattia neurodegenerativa che si manifesta a un anno e mezzo di vita. L’unica speranza è soltanto un trattamento a base di staminali del metodo Stamina, messo a punto dal professore Davide Vannoni, che però è vietato in Italia.

Così nella puntata di ieri sera Giulo Golia telefona direttamente al ministro della Salute Renato Balduzzi.  Grazie alle Iene, però, i genitori di Soffia hanno ottenuto una convocazione privata dal Ministro.

Dopo l’appello della madre, il super molleggiato Adriano Celentano scende in campo per la causa. Il cantante infatti ha fatto un appello telefonico a Golia per la piccola Sofia. Migliaia di famiglie in Italia vivono una drammatica situazione: i loro figli sono affetti da una malattia neurodegenerativa, l’atrofia muscolare spinale di livello 1, la più grave. Dalla spina dorsale non partono gli impulsi al sistema nervoso e, quindi, a tutto il corpo.

Queste le parole di Adriano Celentano: “Mi è difficile concepire la brutale discriminazione. Non si capisce perché altri bambini possono usufruire delle cure del metodo Vannoni e alla piccola Sofia vengono proibite perché ha avuto la sfortuna di nascere a Firenze. Le cose sono nate così, la bambina era totalmente paralizzata, poi ha cominciato a muovere le braccia. Il giudice ha detto, la bambina sta migliorando, bisogna bloccare le cure altrimenti guarisce. Il solito ritornello è che sono poco informato, che sarebbe meglio se cantassi. E’ la solita solfa di chi desta sospetti. Telethon coi soldi che prende dovrebbe adoperarsi”.

Per vedere il video clicca qui

Exit mobile version