Cinema-Teatro-Musica

Le Cordepazze unica band siciliana finalista di Musicultura

Una rivolta annunciata, preparata e abortita sul più bello, per mancanza di coraggio. Questo racconta “La rivoluzione”, il brano che ha permesso alla band siciliana le Cordepazze di raggiungere la finale della venticinquesima edizione di Musicultura – festival per la canzone popolare e d’autore dedicato alle nuove promesse fra i cantautori della musica popolare contemporanea – dal 16 al 22 giugno a Macerata.

Una seconda occasione per il gruppo, che già nel 2009 aveva raggiunto i vertici più alti della manifestazione (vincendo il premio della critica con “Sono morto da 5 minuti”) e che dopo cinque anni riconquista questa finale – ufficializzata nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sede Rai di via Asiago a Roma – con la benedizione della giuria della manifestazione, che tappa dopo tappa è stata formata da esponenti della musica e della cultura come Claudio Baglioni, Carmen Consoli, Fiorella Mannoia, Dacia Maraini, Gino Paoli, Vasco Rossi, Paola Turci, Daniele Silvestri.

Le Cordepazze sono: La voce e l’autore delle canzoni Alfonso Moscato, ai suoni sintetici Michele Segretario, il batterista Vincenzo Lo Franco, il violinista Francesco Incandela.

Ulteriori informazioni si trovano sul sito www.cordepazze.it. Il concerto di presentazione dei finalisti sarà trasmesso sulle frequenze di Radio 1 Rai.

Il video di “La rivoluzione”, tratto dall’album “L’arte della fuga” è anche su YouTube.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button