L'Avvocato del MartedìPrimo Piano

L’AVVOCATO DEL MARTEDI’_ RISARCIMENTO DEL DANNO DERIVANTE DA TRATTAMENTO ESTETICO

 

AVVOCATO FRANCESCA PAOLA QUARTARARO

Prima della stagione estiva, molte persone decidono di sottoporsi ad un interventi estetici per migliore una parte del proprio corpo. Ma cosa succede, se dopo un intervento estetico non si è soddisfatti a causa di macchie evidenti sulla parte lesa? Il danno estetico può essere risarcito?

Il danno estetico consiste in una modificazione peggiorativa dell’aspetto fisico di una persona, soggetta a valutazione del parere medico e segue dei parametri di riferimento ai fini del risarcimento del danno subito. In ambito giuridico-legale, il danno estetico è quell’alterazione fisiognomica dei tratti somatici ed espressivi dell’individuo in seguito ad un incidente o un intervento chirurgico non eseguito a regola d’arte.

Facciamo un esempio pratico: si ha un danno estetico, allorquando una persona si sottopone ad un trattamento estetico come un “pelling” e/o un trattamento facciale, oppure un tatuaggio o qualsiasi incidente di altra natura, provoca un peggioramento dell’aspetto fisico, ad esempio cicatrici permanenti dovuti all’imperizia e negligenza del chirurgo o della equipe medica.

Calcolare il danno estetico è veramente difficili, poiché il Giudice deve tenere in considerazione diversi fattori quali:

  • età della vittima;
  • la capacità lavorativa;
  • la parte del corpo che stata danneggiata;
  • la natura delle cicatrici;
  • il sesso;
  • altre circostante valutabili in relazione al singolo caso.

Il danno estetico può essere risarcito?

Assolutamente si. Il danno estetico è risarcibile sotto diversi aspetti:

  • patrimoniale (danno emergente e lucro cessante) derivante dalle lesioni subite;
  • non patrimoniale (il danno biologico) derivante dalle conseguenze psicologiche che conseguono il peggioramento e/o la deformazione dell’aspetto esteriore.

A seguito di un sinistro stradale, se dovessero rimanere cicatrici è possibile richiedere il risarcimento del danno estetico?

Le cicatrici ed esiti cicatriziali derivanti da un sinistro stradale, vanno valutati nell’ambito del danno estetico (ricomprese nel danno biologico) e devono essere risarcite a seconda della gravità e posizionamento delle stesse. Facciamo esempio: una vittima che a causa di un incidente stradale abbia subito un intervento chirurgico dal quale è rimasta una cicatrice permanente e vistosa sull’addome, quest’ultima sicuramente nel corso della vita avrà difficoltà a mostrarsi in costume o ad altre persone nella sua intimità. Tali cicatrici sono oggetto di risarcimento dei danni fisici anche relativamente alla loro lunghezza; pensiamo ad una modella ove la bellezza estetica è il suo lavoro, in casi di danneggiamento derivante da sinistri stradali a cui conseguono delle cicatrici ben evidenti e profonde, in tal caso specifico, alla stessa verrà riconosciuto oltre il danno estetico (rientrante nel danno biologico) e quello morale, dovrà ottenere anche il risarcimento del danno patrimoniale subito (danno emergente e lucro cessante).

Danno estetico derivante dalla malasanità e dal danneggiamento di un intervento chirurgico, quali le conseguenze?

Prima di sottoporsi ad un trattamento estetico-chirurgico è sempre meglio avere il parere medico-legale di più medici, poiché il paziente deve essere sempre informato in merito ai possibili rischi correlati all’intervento a cui dovrà sottoporsi. Difatti, se dall’intervento chirurgico dovesse risultare un esisto “malsano” dovuto alla negligenza ed imperizia del medico, si instaurerebbe nel paziente il diritto ad ottenere il risarcimento del danno per “errore medico”. Dunque, la vittima di un intervento chirurgico non riuscito a causa di “errore medico” potrà ottenere il risarcimento del danno estetico (rientrante nella categoria di danno biologico) oltre il danno morale derivante dalla lesione dell’integrità psico-fisica del paziente di sottoporsi ad un nuovo intervento “riparatore”.

Per qualsiasi parere e/o informazione sulla questione trattata scriveteci via email, tramite il sito www.avvocatoquartararo.eu

La rubrica settimanaleDell’avvocato del Martedì – a cura dell’avvocato Francesca Paola Quartararo

 

Tags
Moltra altro

Francesca Paola Quartararo

Avvocato Francesca Paola Quartararo

Articoli Correlati

12 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: