Economia & LavoroPrimo Piano

La Sicilia è la regione più povera d’Italia

Secondo lo Svimez sull’economia del Mezzogiorno laSicilia è la prima in Italia per povertà. Il 41,8 per cento dei siciliani è a rischio povertà, poi c’è la Campania con il 37,7. Un dato che diventa ancora più preoccupante se si tiene conto dell’enorme divario fra aree geografiche: nel centro-nord risulta esposto al rischio di povertà un individuo su dieci, nel mezzogiorno uno su tre.  I dati della relazione parlano chiaro: “Mostrano per il 2014 una sostanziale stabilità dell’incidenza di povertà nel centro-nord e una moderata riduzione nel mezzogiorno. Tuttavia, il cronico divario tra le due macro-aree permane, e si è ulteriormente aggravato durante la crisi: in termini percentuali, l’incidenza di povertà è cresciuta nel mezzogiorno dal 6,4% all’8,6%, un livello doppio di quello del centro-nord”. Un altro dato che fotografa la crisi dell’Isola riguarda la fascia di popolazione che guadagna meno di 12.000 euro annui. Anche in questo caso la Sicilia è prima assoluta con il 72 per cento di nuclei familiari. Sotto i 12 mila euro di guadagno ci sono quasi il 62% dei meridionali, contro il 28,5% del Centro-Nord.
Negli anni di crisi 2008-2014 il Sud ha perso il 13 per cento di pil, il doppio del pur importante 7,4 del Centro-Nord, ed i Divario di Pil pro capite tra Centro-Nord e Sud nel 2014 ha toccato il punto più basso degli ultimi 15 anni, tornando, con il 53,7%, ai livelli del 2000. Le perdite più pesanti sono al Sud, con profonde difficoltà in Puglia (-12,6%), Sicilia (-13,7%), Campania (-14,4%). Situazione ancora piu’ negativa in Basilicata (-16,3%) e Molise (-22,8%).
Sicilia penultima fra le regioni anche come ricchezza.  Nel 2014 la regione più ricca è stato il Trentino Alto Adige, con 37.665 euro, seguito dalle Valle d’Aosta (36.183), dalla Lombardia (35.770), l’Emilia Romagna (33.107 euro) e il Lazio (30.750 euro). Nel Mezzogiorno la regione con il Pil pro capite più elevato è stata l’Abruzzo (22.927 euro); seguono la Sardegna (18.808), la Basilicata (18.230 euro), il Molise (18.222 euro), la Puglia (16.366), la Campania (16.335), la Sicilia (16.283). La regione più povera è la Calabria, con 15.807 euro”.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: