CronacaPrimo Piano

La replica di Angelo Figuccia alla conferenza di Leoluca Orlando sulle possibili linee di tram in città

(di redazione)La replica di Angelo Figuccia , consigliere di opposizione in quota Forza Italia è arrivata subito dopo la conferenza del Sindaco di Palermo stamane a Palazzo delle Aquile.

Possibili nuove linee per il tram il tema del dibattito, al quale Figuccia sembra proprio non credere come opportunità di sviluppo e mobilità.

 

foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio
foto di Antonella Tantillo @copyright Panastudio

“Stamattina, il sindaco Orlando si è svegliato e ha deciso di raccontare ai palermitani il suo nuovo libro dei sogni: le futuribili linee del tram”. Lo afferma Angelo Figuccia, consigliere comunale di Forza Italia, che prosegue: “Nel corso di una patetica conferenza stampa, dove la gran parte del pubblico era costituito dai consiglieri comunali fedelissimi al sindaco, Orlando ha favoleggiato sulle nuove linee del tram che dovrebbero essere costruite in gran parte della città, ma che, come ampiamente previsto, avranno l’unico risultato di stravolgere ancora di più una città già martoriata da lavori infiniti, dove gli operai lavorano a ritmo lentissimo mettendo in ginocchio l’economia delle zone interessate dai cantieri.

Secondo quello che ha raccontato il sindaco, per realizzare tutte queste nuove linee si dovrebbero spendere circa 657 milioni di euro, una cifra che, con ogni probabilità, considerato anche i precedenti, al termine dei lavori raddoppierà. Inoltre, Orlando ha detto che sono subito disponibili 200 milioni di euro grazie al patto siglato con Renzi, fondi che, invece di finanziare specchietti per le allodole, potrebbero essere spesi immediatamente per mettere in sicurezza le periferie cittadine, letteralmente abbandonate a sé stesse.

Come se non bastasse, Orlando ha pure creato un gruppo di lavoro interno al Comune che ha preparato un progetto di massima, un modo davvero vergognoso di sprecare preziose risorse umane che, invece di lavorare per sistemare i guasti prodotti in questi anni dall’attuale amministrazione, sono costretti ad inseguire i vaneggiamenti del sindaco e dell’assessore Catania.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button