Scuola e Università

La pasta che fa più bene con biofenoli, licopene e isoprenoidi

Per i salutisti  arriva anche la pasta che fa più bene. Questo è reso possibile  grazie a biofenoli, licopene e isoprenoidi, le tre sostanze aggiunte alla pasta che la rendono ancora più benefica per il corpo umano. Quest’ultima rappresenta una delle principali novità che sarà presentata mercoledì 29 aprile alle ore 10, presso la Sala delle Capriate dello Steri a Palermo.

Una cerimonia che chiude metaforicamente il cerchio di un lungo percorso di alta formazione che dà il via alla discesa in campo vera e propria di queste nuove figure professionali. Obiettivo del progetto è quello di coinvolgere l’intera filiera, dal seme fino alla pasta sugli scaffali del supermercato. E proprio la pasta sarà protagonista dell’evento con la presentazione di tre tipi speciali di pasta che contengono biofenoli, licopene e isoprenoidi, ognuna con caratteristiche salutistiche nutrizionali ben precise che saranno illustrate nel corso del convegno.

Con questo evento, si chiude, almeno per quel che riguarda l’attività di alta formazione, il progetto PON01_01145 – Iscocem, Sviluppo tecnologico e innovazione per la sostenibilità e competitività della cerealicoltura meridionale, finanziato con fondi PON. Il corso è stato organizzato dalla Fondazione Angelo e Salvatore Lima Mancuso (soggetto attuatore) con la partecipazione delle Università degli studi di Palermo, Catania, Reggio Calabria, Bari e Foggia. Non si parlerà solo di pasta, ma anche di genetica dei cereali, ricerca e sviluppo industriale.

Cristina Monti

 

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button