CronacaPrimo Piano

La notte non ha sciolto il presidio animalista davanti il canile municipale. FOTO

Anche durante la notte il Canile Municipale è stato presidiato da numerosi animalisti : tutto è iniziato al mattino quando animalisti da tutta la città, si sono concentrati di fronte il cancello del canile Municipale, con l’obiettivo di fermare l’uscita del furgone che avrebbe portato una decina di cani circa in altre strutture.

Ore movimentate, una protesta accesa ed alla fine i cani sono stati fatti scendere dal furgone ,annullata la corsa verso l’esterno.

Ma anche la notte gli animalisti hanno continuato a vigilare affinché nessun mezzo con animali a bordo potesse uscire dalla struttura di piazza Tiro a Segno.

“Attendiamo l’esito della riunione di domani mattina, convocata con le associazioni animaliste da Francesco Maria Raimondo, assessore con delega ai diritti degli animali “, hanno affermato Laura Girgenti presidente Ufficio Garante Diritti dell’Animale sezione di Palermo e Sandra Bardi in rappresentanza di Pet Emergency.

“Una situazione che vede l’associazione Ada titolare dei servizi del canile municipale, praticamente estromessa dalle sue funzioni a favore di una ditta esterna– ha continuato Laura Girgenti- ed ancora cani trasferiti nelle strutture esterne poi rapidamente fatti adottare dall’associazione Agada, vogliamo far chiarezza riguardo la troppa velocità nelle adozioni, ha concluso Laura Girgenti.

Chissà che pensa di tutto questo l’anziano pitbull dallo sguardo sornione, che smarrito o abbandonato è in attesa all’esterno del canile insieme ai volontari. Si guarda spesso intorno ma è a suo agio, coccolato da tutti , è diventato improvvisamente popolare , in rappresentanza per i troppi amici a  quattro zampe traditi dall’uomo; dalla sua espressione saggia traspare consapevolezza per il ruolo ricoperto.

Continui abbandoni, maltrattamenti di ogni genere e una situazione fuori controllo che merita diversa attenzione e programmazione. Ridare dignità agli amici a quattro zampe ,partendo da progetti che coinvolgano studenti e cittadini per una maggiore conoscenza e coscienza sul fenomeno del randagismo, troppo spesso frutto di avventate e superficiali cucciolate padronali.

E’ il randagismo la piaga da sconfiggere , nessun canile avrà mai lo spazio sufficiente per accogliere i troppi cani lasciati in balìa del proprio destino.

Massimo Brizzi

[nggallery id=140]

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: