Cinema-Teatro-Musica

“La Moglie sola” di Giuseppe Moschella con Emanuela Mulè

Giuseppe Moschella ed Emanuela Mulé sono due versatili attori siciliani da anni  impegnati in progetti di teatro e cinema, che hanno riscosso largo consenso di critica e di pubblico. Dopo una lunga esperienza che singolarmente li ha visti protagonisti in diversi teatri italiani, nel 2005 nasce il duo Moschella&Mulé caratterizzato da una fondamentale dimensione ironica che contraddistingue lo stile interpretativo e scenico del duo Moschella&Mulè.

Grande successo sta ottenendo il film breve “La moglie sola”. In soli 5 mesi ha conquistato il web, su youtube ha raggiunto finora 54.000 visualizzazioni. E pensare che è stato girato con un semplice iPhone. Clicca qui per vedere il trailer.

Il loro ultimo lavoro è uno spettacolo metropolitano di matrice bogosiana “Peccato proprio oggi che avevo una buona cera”, di cui Moschella è anche autore e regista e con il quale il duo torna al primo amore, la stand-up comedy, genere teatrale di denuncia ironica e pungente.  Nel 2006 con la loro fortunata produzione, la stand-up comedy “Scarafaggi/beatles”, Moschella&Mulé hanno raggiunto le 100 repliche, calcando anche il palcoscenico dello Zelig di Milano e confermando la loro bravura in suggestivi teatri come il Teatro del Sale di Firenze, l’Arciliuto e il Teatro dei Satiri di Roma, per poi giungere all’atteso debutto siciliano nella sezione Nuovi Linguaggi a TaorminaArte 2009.

La tournèe 2010-11 ha continuato a raccogliere ampi consensi, tanto da essere segnalato nella trasmissione Applausi condotta da Gigi Marzullo su Rai Uno.

Il 2013 ha sancito il loro ritorno alla commedia brillante con la commedia musicale ”La Gatta sul post che scotta” e li ha visti protagonisti ed autori di un originale format teatrale dal titolo Giallovedì; inoltre è stato l’anno che li ha visti produrre il loro nuovo shortfilm dal titolo “La moglie sola”.

Attualmente stanno rappresentando con successo il loro nuovo format teatrale dal titolo “A qualcuno piace Moschella&Mulè- sFORMATo di riso”. A seguire alcuni cenni sulle produzioni che hanno maggiormente segnato il loro percorso artistico di duo teatrale e cinematografico: l’anno 2005, che  sancisce la loro unione, è stata la volta di “Il tacchino dell’harem, concerto teatrale afrodisiaco” e “Natale … in giallo – storie da brivido”.

Da allora la componente musicale dal vivo e la videoproiezione  accompagnano quasi sempre tutte le loro performance. Giuseppe Moschella ed Emanuela Mulè si sono distinti come coppia artistica anche in diversi cortometraggi diretti dallo stesso Moschella. Il 2007 è stato un anno caratterizzato da importanti produzioni come “Ferragosto”, film breve liberamente ispirato alla commedia noir “Ferragosto…caldi pizzini” di Moschella con Emanuela Mulé in prima nazionale a Taoarte 2007 e “L’avvoltoio”, coraggioso cortometraggio e spot contro l’usura, con Emanuela Mulé protagonista femminile. Quest’ultimo film breve ha ricevuto un Certificato di Merito dalla Giuria del Chicago International Film Festival 2007 ed è arrivato in finale ai festival di Marsala, Salento, Epizephiry,  Cinemadamare e Chianciano Terme, dove è stata premiata Emanuela Mulè, mentre il regista ha ricevuto un riconoscimento al XII Premio Rocco Chinnici (già nel 2004 “L’avvoltoio”, prima versione, fu premiato al Campidoglio dal premio oscar Gabriella Pescucci). Dal 2008 sono in tournèe con la stand up comedy di successo Scarafaggi/Beatles. Metà 2010 Giuseppe Moschella è stato ospite della rubrica Un Minuto Un corto inserita nella trasmissione Cinematografo di G. Marzullo relativamente al film breve L’avvoltoio di cui sono andati in onda alcuni  frammenti, mentre l’attrice Emanuela Mulè ospite a Cinematografo. Ultimamente hanno realizzato Il cortometraggio “La moglie sola” che su Youtube ha in poco tempo raggiunto quasi 40.000 visualizzazioni.

Giuseppe Moschella (Laurea in Architettura presso la facoltà di Palermo) ha iniziato la sua formazione artistica seguendo a Roma un Corso di regia cinematografica e televisiva  diretto da Nanni Loy . Uno degli ultimi stage quello diretto da L. Wertmuller. Ha lavorato come attore e come regista con il teatro stabile di Palermo, teatro Politeama, teatro Massimo, Teatro Zelig (Milano) e in altri teatri italiani. E’ stato diretto da registi come Roberto Faenza, Beppe Cino, Sandro Sequi, Filippo Crivelli.

Ha realizzato con successo diversi cortometraggi come attore e come regista (premiato da Carlo Lizzani, Gabriella Pescucci e tanti altri ancora). Ha ricevuto un Riconoscimento alla carriera, 31° edizione dell’EFEBO D’ORO, Premio internazionale di Cinema e Narrativa, un riconoscimento anche al XII Premio Rocco Chinnici per la regia del film breve L’avvoltoio.

Prima di iniziare un percorso professionale insieme con Emanuela Mulè, Giuseppe Moschella ha realizzato numerosi progetti teatrali tra cui  “Allallati”, “Piantando sesso e chiodi nel pavimento”, “Mamma mia” (regia di Beppe Cino) e “Il matrimonio del signor. G.” proposto anche al teatro  Zelig di Milano. Si ricorda il famoso “Un bacio è sempre un bacio” premiato al Campidoglio dalla giunta di Rutelli come spettacolo più innovativo dell’anno.

La sua chiara “deformazione cinematografica” è sostenuta dalla sua passione per il cinema (la sua tesi di laurea in architettura  è stata la prima in Italia ad essere corredata da un video , nel 1988) e dalla sua formazione. Giuseppe Moschella si è  distinto anche nell’ambito cinematografico e televisivo come dimostrano i ruoli interpretati in Quell’estate felice, Miracolo a Palermo e Corti di Cervello per la regia di Beppe Cino e Alla luce del sole di Roberto Faenza Per la tv, Moschella ha partecipato a fiction di successo nazionale come Incantesimo 4, La squadra 3 e La squadra 7 e La villa dei Misteri.

Il curriculum di Emanuela Mulè, quanto a versatilità, non è affatto da meno.

Attrice di cinema e teatro, Emanuela Mulè prima di fare coppia con Giuseppe Moschella ha iniziato ad abbracciare e amare la dimensione interpretativa approcciandosi al teatro, confrontandosi con diversi generi e partecipando a numerosi master tenuti da personalità di levatura internazionale (come B. Hiller, Y. Kordonskij, A. Dennis, M. Rosati Hansen, L. Wertmuller). In televisione, oltre agli spot della Unicredit con Ornella Muti, prodotto da NCN e quello della Gran Soleil–Ferrero, trasmesso su rete nazionale e internazionale (Francia), ha interpretato il ruolo della coprotagonista (Cristina) ne La Baronessa di Carini, mini serie per la regia di Umberto Marino, prodotto da Feelmax per Rai Fiction.
Inoltre è stata protagonista femminile di uno spot contro il bullismo, che rientra in una campagna pubblicitaria comprendente anche la realizzazione di uno spot antimafia realizzata con i fondi della Regione Siciliana, per la regia di S. Lianza e direttore della fotografia Vladan Radovich.  Sempre per la tv ha girato come protagonista di un episodio della fiction Ho sposato uno sbirro 2 e con un ruolo in Squadra Antimafia 3. Per il cinema invece, oltre Alla luce del sole di Roberto Faenza, ha recitato al fianco di Asia Argento e Harvey Keitel in Le volcan diretto da Manuel Pradal. Tra gli ultimi ruoli interpretati, quello della dott.ssa Parsi, Pubblico Ministero nel film La siciliana ribelle di Marco Amenta ed un ruolo in film indipendente di prossima uscita di S. Misuraca. E’ stata ospite a Sottovoce e Cinematografo, trasmissioni condotte da Gigi Marzullo su Rai Uno. Tra gli ultimi e prestigiosi premi l’attrice  ha ricevuto uno speciale  riconoscimento nell’ambito del 31 EFEBO D’ORO, Premio Internazionale di Cinema e Narrativa e il Premio Pergamena Pirandello 2012.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com