PoliticaPrimo Piano

La Lega tuona. Pizzo e Figuccia – la macchina comunale è al collasso.

 Che fine ha fatto la stabilizzazione?

 

Considerato il DLGD 75/2017 art 20 comma 1 che autorizza la stabilizzazione dei precari comunali, dichiara il commissario cittadino Rita Pizzo, sarebbe interessante sapere per quale strano motivo i nostri amministratori non hanno tutt’oggi provveduto al consolidamento dei dipendenti che, sin dal lontano 1990, aspettano di conoscere il proprio destino.

Eppure, continua il coordinatore provinciale del partito nonché deputato Regionale On. Vincenzo Figuccia, con la legge regionale 8/2018 art 26 comma 8 che prevede finanziamenti fino al 2038, sono state stanziate le somme necessarie per la stabilizzazione con lo scopo di renderla più veloce e facile, ma soprattutto per non gravare sulle casse comunai degli enti già in difficoltà economiche.

Dunque, continua il dirigente locale, oltre al danno la beffa. Il nostro comune, negli ultimi anni, ha mandato in pensione numerosi dipendenti creando un vuoto abnorme nei vari uffici. Tutto ciò ha caricato ulteriormente di lavoro i così detti “contrattisti” che, con 18 ore settimanali, non riescono a sopperire alle esigenze dei contribuenti. Questi i motivi per cui la
macchina comunale è al collasso.

Ci chiediamo come l’amministrazione comunale intenda far fronte alle esigenze dei Belmontesi. Sarà molto difficile se gli amministratori locali continuano a “schivare” la problematica in questione. Senza contratti a tempo pieno, concludono i due esponenti di partito, visto che a breve altri lavoratori andranno in pensione la situazione è destinata a peggiorare ulteriormente.

La Lega tuona. Pizzo e Figuccia – la macchina comunale è al collasso. Che fine ha fatto la stabilizzazione?

Considerato il DLGD 75/2017 art 20 comma 1 che autorizza la stabilizzazione dei precari comunali, dichiara il commissario cittadino Rita Pizzo, sarebbe interessante sapere per quale strano motivo i nostri amministratori non hanno tutt’oggi provveduto al consolidamento dei dipendenti che, sin dal lontano 1990, aspettano di conoscere il proprio destino.

Eppure, continua il coordinatore provinciale del partito nonché deputato Regionale On. Vincenzo Figuccia, con la legge regionale 8/2018 art 26 comma 8 che prevede finanziamenti fino al 2038, sono state stanziate le somme necessarie per la stabilizzazione con lo scopo di renderla più veloce e facile, ma soprattutto per non gravare sulle casse comunai degli enti già in difficoltà economiche.

Dunque, continua il dirigente locale, oltre al danno la beffa. Il nostro comune, negli ultimi anni, ha mandato in pensione numerosi dipendenti creando un vuoto abnorme nei vari uffici. Tutto ciò ha caricato ulteriormente di lavoro i così detti “contrattisti” che, con 18 ore settimanali, non riescono a sopperire alle esigenze dei contribuenti. Questi i motivi per cui la
macchina comunale è al collasso.

Ci chiediamo come l’amministrazione comunale intenda far fronte alle esigenze dei Belmontesi. Sarà molto difficile se gli amministratori locali continuano a “schivare” la problematica in questione. Senza contratti a tempo pieno, concludono i due esponenti di partito, visto che a breve altri lavoratori andranno in pensione la situazione è destinata a peggiorare ulteriormente.

Articoli Correlati

2 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button