Economia e LavoroPrimo Piano

La Formazione in Sicilia si rinnova e cambia sede, ma non cambia nulla!

Sono state diffuse le nuove disposizioni in materia di accreditamento degli Enti di Formazione Professionale in Sicilia. Affidabilità economico – finanziaria, sedi adeguate, capacità organizzative e competenze professionali: ecco i requisiti necessari per procedere all’accreditamento.

Il decreto dell’assessore Nelli Scilabra è stato pubblicato il 29 luglio 2013 sulla Gazzetta ufficiale della Regione siciliana ed entrerà in vigore tra 60 giorni. A quel punto gli enti avranno 90 giorni per adeguarsi pena la revoca. A disposizione ci sono oltre 200 milioni di euro. Nel testo si legge che i destinatari dell’accreditamento sono “gli organismi (pubblici o privati), con le relative sedi operative permanenti, che intendono organizzare ed erogare attività formative e/o orientative nel territorio della Regione Siciliana”.

Tutto questo avviene mentre è in corso d’opera il cambio di sede dell’assessorato alla Formazione che, da oltre un mese, non ha attiva una linea telefonica. E se volessimo chiedere informazioni riguardo l’accreditamento a chi ci dobbiamo rivolgere? Proviamo a chiamare e il telefono è staccato, ci mettiamo in contatto con il centralino generale della Regione e ci passano la chiamata a un signore della portineria il quale, dopo avergli rivolto diverse domande e avendo ricevuto risposte di scarsa comprensibilità, l’unica soluzione che propone è quella di recarci fisicamente nella nuova sede.

Siamo nell’era dell’informatizzazione e l’assessorato regionale alla Formazione rimane in questo modo fuori dal mondo. È inaccettabile che non ci sia ad oggi un collegamento diretto con un ufficio che deve e dovrebbe svolgere un servizio pubblico.

Al Presidente e alla sua Giunta consigliamo, prima dei proclami, di concretizzare ciò che promuove.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button