La Costa Concordia è stata raddrizzata. «Orgoglio italiano»

Il relitto della Costa Concordia è stato finalmente raddrizzato. Dopo diciannove ore di lavoro, intorno alle 4 di questa notte, il Capo della Protezione Civile Franco Gabrielli ha dato l’annuncio: «La rotazione è conclusa. La nave è ora appoggiata sulla piattaforma. Abbiamo segnato un punto decisivo per l’allontanamento della nave dal Giglio».

Adesso per prima cosa si dovranno cercare i due dispersi. «È stato già ricostituito il gruppo – ha detto Gabrielli. Partiremo a breve con le immersioni per la ricerca dei corpi dei dispersi».

«Al momento i corpi non sono stati ancora ritrovati. Quindi l’ipotesi che fossero tra lo scafo e il fondale appare per ora senza riscontro», ha aggiunto.

In seguito si dovrà «garantire la nave nella sua stabilità e nella possibilità di affrontare tutte le condizioni meteomarine con misure aggiuntive da subito».

Il direttore delle operazioni, Nick Sloane ha dichiarato: «Mi sento sollevato. Non mi aspettavo una questa reazione della gente. Pochi paesi al mondo avrebbero potuto mettere insieme ciò che serviva per un’operazione di queste dimensioni. Tutto il team è orgoglioso di ciò che abbiamo fatto»

Con un tweet invece Enrico Letta ha fatto sapere di aver «telefonato a Franco Gabrielli al Giglio. Gli ho detto che tutti coloro che stanno lavorando lì sono un grande orgoglio italiano».

Exit mobile version