CronacaPrimo Piano

La catastrofica situazione dei cimiteri di Palermo ha un unico e solo responsabile: il sindaco Leoluca Orlando

Dichiarazione di Dario Chinnici (Italia Viva)

[Comune Palermo] Rotoli. Dichiarazione di Dario Chinnici (Italia Viva)

 

“La catastrofica situazione dei cimiteri di Palermo ha un unico e solo responsabile: il sindaco Leoluca Orlando.
E’ stato il sindaco a mantenere la delega per nove mesi senza concludere nulla, nonostante avesse promesso il contrario, è l’amministrazione guidata dal sindaco a non essere riuscita a trovare uno straccio di soluzione al problema della mancanza di loculi. Tutte le iniziative sin qui annunciate si sono rivelate un completo fallimento e ora siamo arrivati al punto che le bare scoppiano per il caldo, aumentando il dolore di quelle famiglie che da troppo tempo attendono di poter dare degna sepoltura ai propri cari. La vergogna dei Rotoli è ormai di dominio nazionale e il sindaco ha deciso di agire solo dopo essere finito sulle prime pagine dei giornali: l’unico inadeguato e da commissariare è proprio lui. Il sindaco, anziché riconoscere i propri fallimenti fa quello che gli riesce meglio: cercare un capro espiatorio, provare a far dimenticare che è lui a governare la città da quasi un decennio. Il piano triennale delle opere pubbliche è stato bocciato per la sua incapacità di dialogare con l’Aula e per i suoi patetici tentativi di non assumersi le sue responsabilità, ilconsiglio comunale non si è mai sottratto al dialogo e al confronto, contrariamente alla giunta, e ha dedicato numerose sedute alla vicenda cimiteriale cercando di far luce su quanto accaduto e sulle relative responsabilità. Con un’emergenza sanitaria in atto, l’unica soluzione al problema dei cimiteri è l’intervento dell’Esercito e il  commissariamento del Comune così come avvenuto per il ponte Corleone: l’unico modo ormai per risolvere i problemi che ha creato Orlando”.

Lo ha dichiarato Dario Chinnici, capogruppo di Italia Viva al consiglio comunale.

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button