Prendo quotaPrimo Piano

Business Jet precipita nel mar Baltico. Probabile guasto al sistema di pressurizzazione.

Analogo incidente nel 2005 ad un B 737 della Helios Airways

Un Cessna 551 Citation II (marche OE-FGR) è precipitato due giorni fa nel Mar Baltico mentre era in viaggio dalla Spagna verso la Germania. Tutti deceduti i quattro occupanti a bordo. L’incidente aereo è avvenuto al largo delle coste della Lettonia, a nord-ovest di Ventspils. Le squadre di salvataggio con barche ed elicotteri dal Paese lettone, ma anche da Lituania e Svezia sono al lavoro sul luogo in cui l’aeromobile è precipitato. Ai comandi del Cessna Citation 551 c’era il suo proprietario, un 72enne, Peter Griesemann. A bordo anche la moglie Juliane di 68 anni e la figlia Lisa di 26 anni e un amico di lei di 27.

Griesemann era il proprietario della Quick Air ed era un appassionato di volo e una persona molto in vista a Colonia. E’ presumibile che un problema tecnico abbia provocato di conseguenza la perdita veloce di conoscenza di chi era a bordo. Alla quota di FL360 un eventuale ipossia impiega pochissimo anche meno di 2 minuti. A quel punto, quando il velivolo ha terminato il carburante ha finito il suo volo nel Mar Baltico. Secondo una prima ricostruzione il velivolo era decollato regolarmente dall’aeroporto di Jerez-La Parra ed era diretto presso lo scalo “Konrad Adenauer” di Colonia-Bonn. Una volta in volo, ad un certo punto il pilota avrebbe cambiato rotta durante il percorso, ma gli addetti della torre di controllo non sarebbero più riusciti a contattarlo. Un primo allarme è stato lanciato dai regolatori dei cieli della Spagna ai colleghi francesi per possibili problemi di pressurizzazione.

Poco prima dell’impatto con l’acqua del Citation 551 foto Flyradar24

Aerei militari francesi, tedeschi, danesi e svedesi sono partiti subito per cercare di mettersi in contatto con l’equipaggio del velivolo-fantasma che proseguiva il suo volo sull’Europa del Nord. L’aeronautica militare ha scortato l’aeromobile Cessna 551 mentre passava sugli spazi di Belgio, Lussemburgo e Germania. In seguito, i militari hanno cercato un contatto con la cabina di comando, ma hanno riferito di non aver visto nessuno a bordo. A quel punto il velivolo, probabilmente perché era finito il carburante, ha rapidamente perso quota, fino allo schianto. Un incidente simile avvenne il 14 agosto 2005, ad un B737 della Helios Airways che si schianto’ in Grecia a causa di un guasto al sistema di pressurizzazione. Il Cessna 551 Citation costruito nel 1980. Pare che un aereo militare inviato abbia visto una persona ai comandi in stato di incoscienza. Oltre a un passeggero che da un finestrino gesticolava per richiamare l’attenzione.

Fabio Gigante

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button