Italia: I saldi invernali inizieranno solo il 5 gennaio

Saldi (foto internet)

In un periodo di crisi come questo, molti attengono i saldi per poter fare un po’ di shopping e risanare le casse italiane. Proprio per questo motivo la Confcommercio aveva pensato di anticipare la data dei saldi invernali al 7 dicembre cosicché  la popolazione potesse affrontare anche le spese natalizie a prezzo ridotto, ma il tutto si è risolto in un nulla di fatto e c’è stato un dietrofront.

I commercianti potranno iniziare a esporre i cartelli promozionali della stagione invernale solo a partire dal 5 gennaio, data che unirà quasi tutta l’Italia. I consumatori come ogni anno sono molto confusi sulla differenza tra vendite promozionali e saldi, per questo motivo è bene fare chiarezza e ribadire che i saldi invernali, ossia le vendite di fine stagione, prendono il via il 5 gennaio per una durata di 60 giorni, come definito dalla legge, fino a quella data sarà consentito effettuare le cosiddette vendite promozionali.

Anche per la Sicilia la data di inizio sarà a gennaio e a questo proposito Patrizia Di Dio, presidente di Federmoda Palermo ha dichiarato: “I saldi in Sicilia inizieranno a gennaio. La grave crisi dei consumi che viviamo oggi certamente spinge il consumatore a cercare occasioni di acquisto, ma i saldi invernali inizieranno solo in gennaio”.

Purtroppo per tutti noi lo shopping natalizio non sarà scontato, dovremo fare un po’ di risparmio e cercare di fare regali più piccoli e magari meno costosi, ma con il nuovo anno finalmente potremo lasciarci andare e per 60 giorni dedicarci agli acquisti convulsi.

Nel frattempo si susseguono sul web i consigli per affrontare al meglio questi saldi, comprare le cose migliori e più convenienti. La prima regola è quella di assicurarsi che il prezzo di partenza sul cartellino sia lo stesso anche al momento di pagare, sulla merce in saldo deve essere sempre indicato in modo chiaro e leggibile il prezzo, anzi i due prezzi, quello scontato e quello originario, con la percentuale di sconto. La seconda regola è accertarsi che il prodotto sia in buone condizioni. Nell’acquisto di un capo d’abbigliamento, se possibile, provate sempre l’abito che state comprando. In caso di vizi del prodotto in vendita o della mancata conformità rispetto alle caratteristiche descritte, anche coi saldi il commerciante ha l’obbligo di sostituire la merce, previa presentazione dello scontrino, ma non tutti lo fanno. Per finire è sempre bene fare attenzione che gli abiti in saldo siano quelli di stagione, così come previsto dalla legge.

Valentina Molinero

Exit mobile version