Prendo quotaPrimo Piano

Ita Airways: voleremo sugli aerotaxi elettrici di Airbus

Dagli aerei di ultima generazione per raggiungere l’altra parte del mondo agli aerotaxi elettrici a decollo verticale per i collegamenti urbani. Ita Airways dopo aver ordinato 28 nuovi aeromobili da Airbus per il suo piano di sviluppo, ha firmato un memorandum d’intesa con il colosso aerospaziale mondiale per cooperare nel campo della mobilità aerea urbana in Italia. Le due società, hanno spiegato in una nota congiunta, esploreranno la creazione di servizi specializzati, l’individuazione di soluzioni di mobilità sostenibile senza alcun tipo di emissioni e lo sviluppo del velivolo elettrico verticale a decollo e atterraggio CityAirbus NextGen, dotato di ali fisse, otto eliche elettriche e progettato per trasportare fino a quattro passeggeri (compreso il pilota) per voli urbani ovviamente a emissioni zero.

 

EVE HALO Foto eVTOL HALO

Può coprire una distanza di 80 chilometri e gestire 120 chilometri all’ora. È uno dei prototipi sviluppati da Airbus con Vahana. Questi due esemplari hanno condotto 242 prove a terra. La versione NextGen, un’ulteriore evoluzione, dovrebbe essere lanciata per la prima volta per i test nel 2023. “L’accordo mira a costruire una mobilità aerea più moderna, più confortevole e più ecologica, dotata di tecnologie innovative, – ha commentato nella nota ufficiale il presidente esecutivo di Ita Airways, Alfredo Altavilla. Questa è un’opportunità che ci consente di utilizzare un’ambizione condivisa, essere leader nell’aerospazio sostenibile, e sviluppare nuove soluzioni di mobilità aerea, ha aggiunto il CEO di Airbus Guillaume Faury”.

CityAirbus Foto Airbus.

Sono più di 250 i progetti eVtol per accelerare il trasporto di merci e persone nelle metropoli trafficate o tra le città o tra la città e l’aeroporto. Gli investimenti dal 2010 al 2021 hanno raggiunto i 6,5 miliardi di dollari, secondo TNMT: di questi 5,75 miliardi nel 2020 e nel 2021. Grandi nomi stanno investendo in questo nuovo modello di mobilità urbana (il co-fondatore di Google Larry Page, LinkedIn Reid Hoffman), grandi aziende (Uber, Mercedes-Benz, Airbus e Boeing, Toyota, Hyundai, Honda), compagnie aeree (JetBlue, American Airlines, Virgin Atlantic e quindi Ita). Tutti si concentreranno su un mercato che secondo Morgan Stanley nel 2040 prevede ricavi di un trilione di dollari l’anno.

Fabio Gigante

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button