Isola pedonale vandalizzata: “Ricostruiamo piazza San Domenico”

Il Sindaco Leoluca Orlando ha avuto un colloquio con il Questore Nicola Zito, dopo i grafi fatti di stamattina a Piazza San Domenico, confermando la linea del non dialogo da parte dell’Amministrazione comunale.

“Chiunque pensi che il vandalismo sia un modo per aprire la porta del dialogo sappia che sarà solo il modo per aprire le porte di un’Aula di Tribunale – ha detto Orlando, che ha aggiunto “è noto a tutti che ci siamo costituiti Parte Civile nel processo sulla trattativa fra Stato e mafia, figuriamoci se pensiamo di avviare una trattativa locale con piccoli aspiranti controllori del territorio.”

Intanto un gruppo di cittadini si è dato appuntamento per le 17.00 in piazza San Domenico per riportare ordine nell’area pedonale. L’evento è stato organizzato su Facebook da “Muovity Carpooling”, la piattaforma sociale e interattiva nata per migliorare la mobilità di Palermo.

“La città – si legge – aveva finalmente ritrovato uno spazio da vivere e da valorizzare, questa mattina un piccolo gruppo di commercianti e parcheggiatori abusivi ha bloccato il traffico e vandalizzato gli arredi della piazza. Il motivo? Sempre lo stesso. Le isole pedonali secondo loro fanno entrare in crisi il commercio. Noi palermitani, non vogliamo vivere in una città dove vige la legge del più forte, chi non apprezza il bene comune deve pagare e deve essere sanzionato dalla legge. Protestiamo pacificamente ricostruendo la piazza distrutta e mettendo a posto gli arredi divelti. C’è una città che ama il bene comune e vuole più spazi verdi e più aree pedonali, quella città siamo noi e ve lo dimostreremo con l’azione concreta e costruttiva del fare contro il distruggere”.

Exit mobile version