CronacaPrimo Piano

Intimidazioni al Centro Padre Nostro di Brancaccio

Altri momenti difficili per il centro Padre Nostro di Brancaccio. Intimidazioni e paura per i volontari di Padre Pino Puglisi. L’auto di una volontaria, parcheggiata in via Brancaccio, ieri sera è stata danneggiata.  Qualcuno ha forzato lo sportello del tappo della benzina, scardinandolo. Ma non si fanno spaventare i ragazzi del centro e neanche Maurzio Artale, presidente della struttura: “Cercare di fermare l’opera di volontariato del Centro  vandalizzando le automobili dei suoi volontari resterà una pia illusione. Certamente il danno creato sottrae fondi al centro e, quindi, ai poveri che ad esso si rivolgono”. E poi si rivolge al quartiere: “Ribellatevi a questa logica. Non è necessario un carabiniere e un poliziotto ad ogni angolo di strada per vivere civilmente. Chi infanga il vostro nome e insozza le vostre strade ingombrandole di materassi, mobili vecchi, elettrodomestici, vetri, sono abitanti di Brancaccio, non vengono da fuori. Basterebbe che ognuno facesse la propria parte per smascherare e assicurare alla giustizia questi incivili”

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com