PoliticaPrimo Piano

Ingroia torna in Sicilia come commissario di “e-Servizi”

Antonio Ingroia. Foto Internet

L’ex pm antimafia di Palermo Antonio Ingroia è stato nominato commissario di “Sicilia e-Servizi”, la società pubblica per l’informatizzazione. Lo ha annunciato il presidente della Regione Rosario Crocetta.

«Provvederemo al più presto a commissariare Sicilia e-Servizi, Ingroia ha già dato la sua disponibilità», così aveva detto il governatore. «Alla Sicilia e-Servizi – ha proseguito – lavorano la figlia di Stefano Bontade, il capomafia, e alla Venture il genero. È una società molto strana la Venture, fa parte del cartello di Sicilia e-Servizi ma prende tutti i suoi appalti. Per questo provvederemo immediatamente a commissariare la società, c’è una truffa di circa 200 milioni di euro. Soldi presi in violazione delle norme comunitarie che prevedono il principio della libera concorrenza».

Dopo la nomina a presidente di Riscossione Sicilia spa, la società che riscuote le imposte per la Regione siciliana, stoppata dalla Terza commissione del Csm, ecco che Crocetta torna alla carica con Ingroia riportandolo in Sicilia.

«Sono davvero felice di questo nuovo incarico. Per me sarà una grande emozione. Sarà il mio primo incarico da quando ho lasciato la toga. Metterò ordine in questa società». Queste le prime parole di Antonio Ingroia.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button